CARO BABBO NATALE…Cipolline glassate

Caro Babbo Natale, notoriamente sono piuttosto bravo a fare i regali, ma meno a riceverne (non sanno mai cosa farmi che non sia troppo costoso o troppo ingombrante e nonostante la pratica, sono del tutto incapace di nascondere la delusione), quindi farò un breve elenco:

  • Fa che il Grande Inquisitore dopo un’ anno e mezzo di indagini, tre giorni di fuochi artificiali e tre mesi di silenzio, si decida a dirmi cosa vuole fare con me e mi dia la possibilità di rispondere. Già che ci sei regalagli i Dialoghi sui massimi sistemi di Galileo Galilei, che mi sembra troppo aristotelico.
  • Fa che possa salutare e parlare gli altri membri della Spectre con cui ho condiviso tre anni di lavoro, lo so che in teoria potrei, ma in pratica l’ avvocato dice che è meglio di no.
  • Fa che in questo paese la teoria e la pratica si assomiglino un po’
  • Fa che i valenti militi dell’ Arma, che peraltro sono stati di un correttezza e gentilezza rara, trovino un tecnico Apple in grado di duplicare il mio Mac e il mio I Phone e quindi li possano liberare…..sopratutto l’ i-phone che mi manca, mi manca..
  • Fa che l’ Ansiosa si preoccupi solo delle cose veramente importanti
  • Fa che l’ Irriducibile sia meno irriducibile
  • Fa che che la Tennica trovi un equilibrio fra vita e lavoro
  • Fa che l’ Artista trovi un’ angolo del paese dove la cultura non sia considerata un’ inutile lusso
  • Fa che l’ AnarcoArtista si renda conto che è appena a metà strada…
  • Fa che la Perla di Labuam abbia una scuola meno indigente e povera

Mi rendo conto che è un mucchio di roba e per contraccambiare ti mando la ricetta di una delle cose più buone e economiche del mondo:

Cipolline Glassate

Ingredienti: 500 gr cipolline, 1 dl brodo vegetale, 40 gr burro, sale, zucchero, quattro grani di pepe, 3 di chiodi di garofano, due foglie d’ alloro

Preparazione: mettere le cipolline in acqua bollente per 3 minuti ( non di più altrimenti diventano pappa), scaldare il burro e quando è spumeggiante versare le cipolline scolate, il pepe, i chiodi di garofano, le foglie d’ alloro e un cucchiaio di zucchero. Far rosolare per 3 o 4 minuti finché prenderanno colore, aggiungere il brodo, coprire e far cuocere a fuoco basso per 20 minuti; scoperchiare, togliere le foglie d’ alloro, spolverare di zucchero, aggiungere il sale e far cuocere a fuoco vivo fino a che il sugo diventerà denso e vellutato. Servire ben caldo.

BIBLIO Cuochi si diventa A.Bay Feltrinelli