Elenco delle cose fatte durante il terzo giorno di convivenza con la Perla di Labuam

Cose buone

  • svegliarsi alle 8, 30 avvolta come un bruco in due coperte e chiedere di sonnecchiare ancora un po’
  • pianificare la giornata davanti a una tazza di tè
  • disquisire sulla norma e l’ eccezione davanti alla stessa tazza di tè : P. Nonno Guido ha messo i babbi natale di cioccolato sull’albero e me ne ha dati tre Io li hai già mangiati ? P. no, non ho avuto ancora il permesso, tu me li avresti fatti mangiare? Io certo, qui ci sono poche regole e molte eccezioni, è il compito dei nonni. P. e da mamma e papà più regole Io Certo perché al mondo ci sono sia le regole sia le eccezioni P. e già…. (pensosa) Io ma le mie poche regole sono di ferro! P. Mah……(dubbiosa)
  • Scoprire le sequenze nel compito di matematica P. meraviglioso! se aggiungo due unità all’ultimo risultato non devo fare i conti! Io brava! ma fai anche i conti, che l’ esercizio serve a questo
  • Parlare di musica in macchina: P. è un uomo o una donna che canta? Io dopo una breve pausa ( era Boy George) è un’ uomo P. ma è anche un po’ donna (valutatrice) Io concordo (conclusivo). P. sta cantando umm.. Carmen Consoli ? Io certo ti piace ? ( felice per il ponte transgenerazionale) P. molto perché parla di cose…. Io serie, di sentimenti P. si, di sentimenti giusti
  • Sentire una settenne e un novenne che si prendono le misure. P. io ho avuto tre dieci e tutti nove G. io tre nove e tutti dieci P. a beh….

Cose così così

  • Assistere al subdolo tentativo della settenne di sedurre e abbindolare il novenne, nessuna arma esclusa, ancora rozze ma efficaci
  • Mangiare la pizza turca dividendo una coca cola con caffeina fra la settenne e il novenne e fregandosene delle conseguenze perché la pizza turca esige la coca cola

Cose sconvenienti

  • posteggiare la macchina nella via del mercato ed essere disapprovati dalla Perla sulla via del deposito municipale: P. perché non ti sei ricordato ? (mammesca) Io troppe feste e tutto questi traffici (contrito) P. ce la ridaranno ? Io certo basta pagare (rassicurante) P. fatteli dare dalla banca (pratica)
  • dire salutamela! all’Artista che telefona per sapere come sta la sua bambina , perché troppo impegnate a lottare con due foglie d’ insalata
  • Fare le puzze e comunicarlo al novenne da abbindolare

Pizza Turca ovvero Lahmacun

L’ ho mangiata a Istanbul e la considero una valida variante, oltretutto non avendo formaggio è più digeribile

Ingredienti: Pasta da pizza, 500 gr carne tritata, 1 peperone, 3 cipolle, un vasetto di pelati a pezzetti. prezzemolo, spezie turche ( in mancanza un misto di peperoncino, pimento, timo secco)

Preparazione: tritare le cipolle e i peperone e farli soffriggere con poco olio, aggiungere la carne e rosolarla, aggiungere i pelati e far sobbollire sino a che il ragù risulta ancora morbido e non troppo denso, aggiungere le spezie a piacere e salare.

Stendere la pasta della pizza molto sottile, arricciare i bordi in modo da ispessirli, spalmare il ragù. Condire con un filo d’ olio e infornare.

Biblio: La Cucina Turca G. Sancokli & M. Oliphant; La Cucina del Medio Oriente e del Nord Africa C. Roden , Ponte alle Grazie