Sabato  mattina al mio mercato si è presentata la Miliardaria e, insieme a un folto gruppo di supporter fra cui inquietanti ragazzotti in giacca blu e occhiali neri, ha cercato di racimolare qualche voto fra il popolo. Tentava  di fare la simpatica con la gente comune, ma si vedeva che era uno sforzo superiore alle sue possibilità. Il clima era misto: tifo dei supporter al seguito, qualche simpatia da commerciante (…io pur di vendere sono amico di tutti..), molta indifferenze / fastidio e qualche contestazione. Da parte mia ho solo domandato  a voce alta come mai non avesse mandato il maggiordomo, riscuotendo qualche plauso dai passanti e me ne sono andato via felice per aver fatto un buona azione.
Potranno menarla come vogliono su zingari, extracomunitari e centri sociali ma quella lì rimane epidermicamente antipatica a tutti (escluso Red Ronnie).
Avevo programmato un’insalata estiva per il pranzo con la Tennica, ma il servizio a domicilio del mio banco preferito ha subito dei ritardi per l’affollamento elettorale e quindi ce la siamo goduta io e l’Apprensiva alla sera davanti a Barenboim alla televisione.

Insalata estiva

Ingredienti: 300 gr pomodori datterini, 200 gr zucchine novelle, un peperone rosso, una cipolla di tropea, 100 gr di formaggio di capra ½ stagionatura, 60 gr olive kalamata, 2 coste di sedano, qualche foglia di basilico,100 gr di frise pugliesi, olio, aceto,sale

Preparazione : affettare la cipolla, tagliare le verdure e il formaggio a dadetti, aggiungere il pane spezzettato e   le foglie di basilico, condire con olio e aceto, lasciare riposare per ¼ d’ ora e servire