A Milano fa molto caldo, ho molto lavoro  e quindi le attività culinarie e il loro Blog riflesso segnano il passo. Per fortuna c’è l’appuntamento infrasettimanale con la Tosta e la Tennica, quindi ho qualche stimolo in più ( la Tennica, sempre diplomatica:  “non è che prima non si mangiasse bene, ma da quando c’è la Tosta è meglio: primo,secondo,contorno e dessert ..” Io: “ è questione di stimoli…e che sei troppo ben  abituata, non reagisci con sufficiente giubilo ai piatti.”) In effetti con il caldo e il lavoro che incombe è una sfida preparare un menù che sia scomponibile nei tempi di preparazione e  anche fresco.
Questa settimana : Minestra di lenticchie rosse, carne cruda al coltello con ratatouille di crudités e crema turca di melanzane, palline di melone al Porto e menta (massima soddisfazione: la Tosta, un po’ stordinata dal lavoro/formazione: “cosa sono questi frutti?”). Serata famigliare rilassante e senza obblighi (quando si è stanchi si va…)

Crema di melanzane turca

Ingredienti: 4 melanzane  lunghe (possibilmente quelle variegate che sono più dolci), olio,  limone, sale

Preparazione: fate abbrustolire sul fuoco le melanzane ( l’ottimo sarebbe sulla carbonella) è importante perché conferisce il profumo di affumicato. Pelatele con delicatezza togliendo la parte bruciata, se risultassero ancora un po’ dure passatele qualche minuto al microonde, premetele su un passino in modo da far uscire il succo amaro. Mettetele sul mixer aggiungendo uno spiccho d’aglio, olio, sale e succo di limone fino a farle diventare una crema. Da consumare fresca