Alle 7,15 del mattino un elicottero è entrato, ronzando, nella mia camera da letto e ho capito come devono sentirsi i guerriglieri afgani, la Perla ha un futuro come maliarda pilota di droni assassini. Tempo grigio autunnale salta la mattinata all’acquapark, opteremo per l’ acquario

Cosa abbiamo fatto:

–       colazione in un’altra pasticceria, stesso menù da Sam Spade P.la brioche al cioccolato è più buona Io questa è la pasticceria della domenica. Salutati con calore dal nostro senegalese preferito, un omone che arrotonda con chincaglieria e sparisce per lunghe vacanze nel paese natale ( Io e l’ Apprensiva lo abbiamo pregato di avvisare altrimenti ci preoccupiamo)

–       L’Acquario di Milano è un buon esempio di come si possano fare le cose “in piccolo” ma con un senso: in una struttura “Liberty” sono esposti tutti i pesci italiani, compresi i “tropicali” importati, belle vasche con carpe gigantesche all’esterno. La Perla è rimasta estasiata dalla vasca a volta in cui si poteva vedere la pancia dei pesci, in particolare la razza.

–       Televisione prevista alle 11, la Perla ha contato tutti i secondi seguendo il timer del mio i-phone a partire da -8 min, io sonnecchiavo accompagnato dal suono della vocetta. La Perla è un buon esempio dei danni provocati dal genitore pentito. L’Artista teledipendente fin dalla prima infanzia è arrivata a istaurare un regime che prevede solo videocassette, magari ripetute ossessivamente. Risultato la Perla ha una vera sindrome da privazione della tv e quando andrà a vivere da sola si comprerà 4 televisori + Sky Tv + Mediaset premium

–       Pranzo mediterraneo: fagottini  al prosciutto P c’è troppo olio, non voglio il parmigiano sopra e palline di melone Io se non le mangi tutte niet television

–       Pomeriggio al parco giochi ,un po’ sfigato, avendo la Perla rifiutato tutti gli  intrattenenti che la metropoli offriva oggi ai bimbi.  Uso improprio da parte della Perla dei giochi per i piccoli con alcuni rischi all’incolumità. Dopo ci siamo incamminati verso il Gelataio Massimo P. voglio un gelato confezionato Io prima andiamo a prendere il mio cono, se tu sei barbara non vedo perché ci devo rimettere P. allora lo prendo anch’io Io vile non volevi camminare, spero di avere un nipotino maschio così lo porto a spasso e mi rilasserò davanti alla sana stupidità di un maschio giovane P non se ne parla nemmeno c’è già troppa confusione Io ma tu saresti sempre la nipote femmina preferita P. Nooo!

– Lettura di tre capitoli di un libro, Io posso riposarmi fra un capitolo e l’altro P se devi… posso disegnare mentre leggi, sono abituata così Io almeno resti ferma in un posto

–       Cena a base di prosciutto, mozzarella, hummus  e crema di melanzane, la Perla ligia al suo credo ha mangiato piluccando svogliatamente solo le prime due, in macchina verso la stazione dopo mezzora P ho fame Io se lo ripeti ti do una sberla P. non si mangiano le sberle Io allora ti metto un dito in un occhio

–       Nella sala Freccia Rossa si è accorta che avevo dimenticato il suo giornalino Io ho fatto io tutti i bagagli e  ti avevo detto di verificare se mancava qualche cosa P. tu dovevi dirmi cosa non avevi preso e io lo cercavo … poi si è offesa

Discorsi sparsi

–       Escatologia P (bacchettona come solo i bambini possono essere) i padroni dei cani dovrebbero portare anche un barattolo per la pipì Io esagerata! Evapora subito P (olfatto da contessa) ma puzza!

–       Geometria P.  meditabonda il cerchio ha un grande significato Io bluffando certo perché non comincia e non finisce P analitica anche nel triangolo  Io conclusivo allora perché è democratico, tutti i punti sono alla stessa distanza dal centro

–       Clooney Io no doccia no tv P. vabbene, però i capelli non li asciugo