Il compleanno dell’Artista è stato sempre un evento che ha avuto elevato rilievo mediatico in famiglia,  soprattutto per l’efficace propaganda della festeggianda che sottolineava con vigore  come la nascita della primogenita fosse evento unico e degno della massima importanza. Con il passare degli anni l’Artista sta dimostrando sempre meno entusiasmo, un po’ perché quello della Perla è assurto a evento mediatico familiare, un po’ per la situazione particolare e generale che non invita all’allegria, ma molto a mio parere perché si sta avvicinando a una cifra tonda e punta i piedi. Io naturalmente, con l’istinto familiare a depositare sale nelle ferite, ho insistito e abbiamo raggiunto un accordo: niente regali, ma io preparerò la Mussaka.

A me piace la cucina mediorientale e le preparazioni complesse, quindi sono stato accontentato.

Il compleanno è stato divertente e lieve con la Perla che scambiava abbracci calorosi con tutti e, seguendo la sua linea contraria a ogni cosa salutare, mangiava solo la crosta della torta preparata dall’Irriducibile  lasciando a me frutta e crema

 

Moussaka

Ingredienti: 1 kg di melanzane lunghe, 300 gr tritata di manzo 300 gr tritata d’agnello (sarebbe tutto agnello ma così è più gentile), 200 gr cipolle, 500 gr di pelati a pezzettini, 6 dl di latte, 40 gr burro, 80 gr farina, pan grattato,  3 uova, 100 gr di parmigiano,sale, pepe, noce moscata, cannella, vino bianco, olio di arachidi.

Preparazione: tagliate le melanzane in fette sottili 0,50 cm, cospargetele di sale grosso e lasciatele per un’ora, risciacquatele molto molto bene ( poi assaggiatele se restano salate, regolatevi sugli altri ingredienti), asciugatele e friggetele. In una pentola capiente versate poco olio e la carne tritata, fatela rosolare fino a che avrà perduto tutta l’acqua, sfumate con un bicchiere di vino bianco, aggiungete le cipolle tritate che avrete precedentemente soffritto e il pomodoro a pezzettini, mescolate bene e fate cuocere per ¼ d’ora, dopodiché lasciate a raffreddare regolando il sale, il pepe e la cannella. Fate una besciamella con 40 gr di burro e di farina e  6 dl di latte, lasciatela raffreddare regolando di sale,pepe  e noce moscata. Mescolare al ragù raffreddato 1 uovo, 50 gr di parmigiano e due cucchiai di pan grattato. Mescolare alla besciamella due uova leggermente sbattute e 50 gr di parmigiano. In una teglia imburrata e cosparsa di pan grattato fare un primo strato con metà delle melanzane, poi il sugo, la seconda parte di melanzane e coprite con la besciamella. Cuocere in forno a 180° un’oretta controllando l’ultimo quarto d’ora in modo da evitare che si bruci. Raggiunge il massimo se riscaldata e mangiata il giorno dopo

Biblio: Le ricette degli altri A.Bay Feltrinelli