Quando trovo un locale che offre una valida proposta gastronomica, in cui  varietà e qualità dei cibi, ambiente e servizio presentano un buon rapporto rispetto al prezzo, alto o basso che sia, sono molto contento. Non solo come consumatore, ma perché mi piace un  lavoro ben fatto e le persone amano corrisposti la propria attività.
È il caso del Pinolo Mannaro un ristorante di Genova sistemato a mezza costa in un  caruggio che parte dal Molo Vecchio/Pescheria.
L’ambiente è marinaro, ma con un tocco Pop che lo rende accogliente e per nulla kitsch, l’accoglienza è cordiale con un pizzico di follia della proprietaria, il servizio efficiente e rapido. Dovendo valutare una convenzione abbiamo fatto quello che tutti i cuochi odiano: ordinare sei piatti diversi in due. Abbiamo cominciato con Insalata di seppie: fresca e profumata, Tartare: gustosa e ben condita,  continuando con Panzotti di  borragine al ragù: un buon contrasto fra il ripieno e il ragù al coltello, Sciaratelli al sugo piccante di acciughe: tagliatelle spesse e molto saporite, Fritto misto: pochi pesci (acciughine spinate, gamberoni e pescatrice) in una pastella fragrante con uno strano contorno di erba cipollina fritta, Pescatrice con salsa gaspacho: un po’ una ripetizione, ma avevamo ordinato senza chiedere troppe informazioni e Gelato allo zenzero per far dimenticare i peccati. Il prezzo è stato onesto € 40 a testa con caffè, acqua e un bicchiere di vino. Questo piccolo ristorante mi ha colpito per il forte carattere che è riuscito a esprimere sia nell’ambiente sia nel menù,  pur nella difficoltà di operare in una fascia media. Infondo uno va al ristorante per mangiare piatti diversi da quello che può cucinarsi a casa e in un ambiente rilassante e stimolante.

Pinolo Mannaro
Via San Bernardo 28R
Genova
Tel 010 24.74.877
Chiuso martedì sera

Ps la cuoca è cattivissima, ma simpatica