In questo periodo per lavoro e altro sono molto  stanco e stressato, ma il carnet della Perla, pieno come quello di Angelica al ballo del Gattopardo, aveva un buco per questo week-end e io ne ho approfittato, validamente supportato dall’Apprensiva e la Tennica.

La Perla in questo periodo sta crescendo come un fungo: sia fisicamente perché sta diventando alta e snella sia psicologicamente perché ragiona come una piccola signora. Sono momenti da non perdere, basterebbe anche solo  starla a guardare….

COSE FATTE

–       mangiato una pizza da un pony pizza che grazie alla bontà delle sue pizza ha aperto anche una sala. Onore al pizzaiolo napoletano!

–       guardato 9 minuti del Trono di spade: nessuna reazione per ammazzamenti e decapitazioni (li vedo sui videogiochi…) mano sugli occhi alla prima scena d’amore…..

–       comprato regalo postumo di compleanno con l’Apprensiva ( è entrata nel tunnel del lego)

–       raccontata la vera stori di Turandot e Aida ( grazie wikipedia! quelle a memoria raccoglievano le critiche dei familiari)

–       fatta una torta rovesciata glassata di carote e cipolle, alla Perla è piaciuta con esclusione delle cipolle, devo trovare una variante.. proverò

–       stremata la Tennica giocando in ambiente riservato  ai personaggi (per favore vai via nonno!)

–       visto Tin Tin e l’unicorno, molto bello è piaciuto a tutti e due

–       Mangiata cioccolata calda ( solo la panna) alla Pasticceria San Gregorio

–       fatto il Polpettone alla bolognese e mangiato con il pureé, con buon  gradimento

–       fatti i compito con l’assistenza di un fantasma (io che dovevo andare e venire e fornire aiuto alla bisogna)

–       visto lo spettacolo teatrale interattivo Il Gatto con gli stivali. Mi avevano detto che era interattivo con i bambini, ma era anche interattivo con gli adulti, orrore!!! Fortunatamente ho dovuto impersonare un Duca e quindi è bastato accentuare la mia naturale alterigia, la Tennica ha fatto il gatto e la villana, la Perla il gatto e il coniglio. Ci siamo divertiti tutti e tre

–       andati a mangiare al Ristorante Indiano Rangoli, per seguire il mio programma: Migliorare e ampliare i gusti barbari della Perla. Siamo andati con la Tennica e con GiòGiò amico decenne e la sua mamma. L’impresa era ardua perché la Perla odia l’acido e il piccante; molti dibattiti è piccante! Noo è solo speziato. Comunque con Samosa e Riso Basmati allo zafferano e gamberi siamo andati alla grande. La Perla ha sedotto il cameriere: Mi spiace ma il pane al formaggio non c’è -peccatoooo è la prima volta che vengo al ristorante indiano ! – Forse ne trovo una porzione…..La Perla a otto anni è già pronta per una carriera da femme fatale. GiòGiò è il figlio che tutti vorrebbero avere a pranzo: magro come un chiodo  mangia come un bufalo, affronta i cibi piccanti, e scrive recensioni commoventi (ha fatto piangere l’organizzatrice del teatro), basta non voler intervenire sul suo piatto.

SPIGOLATURE

Ma vuole vincere facile…

Io quello è il grattacielo più alto di Milano Perla quello con l’antenna e la luce? Io certamente Perla booh..certo che  così è troppo facile Io la pensi come Formigoni !

Standard & Poors

Perla nonno, la mamma dice che non sei ricco, solo spendaccione Io è vero, d’altra parte mica posso portarmeli nella tomba

Hedge Found

Io un soldino per i tuoi pensieri Perla cosa significa? Io che ti do un soldo se mi dici cosa pensi Perla indagatrice quanto? Io  austero 10 centesimi Perla avida noo! Io debole un euro Perla  ok

Soddisfazioni

In fila al mercato: la Perla tossisce, Anziana impicciona Certo che il tuo papà, portarti al mattino presto al mercato…Perla nonè mio papà è mio nonno! Coro di signore di varia età e bellezza: oooh ma non sembra veramente, complimenti ! Io modesto …è che ho cominciato molto presto Signora sociologa certo che in questi tempi è più facile scambiare il padre per il nonno  Io, godendo come un riccio Certamente!  Allontanandomi saluto tutte con affetto… In pasticceria una cameriera molto carina e questa cioccaloata la diamo al papà  Io veramente sono il nonno! Lei con un sorriso  Complimenti! Io grazie! Io amo questa bambina!… quasi, quasi ne affitto una per gli altri week end

Compiti

Perla lasciami sola, sennò non mi concentro! Io facciamo che faccio il fantasma Perla cioe? Io ci sono e non ci sono, sei hai bisogno appaio Perla ok

Abluzioni

Non voglio fare la doccia! Io placido Niente teatro La Perla ragionevole allora la faccio da sola Io d’acccordo, ma quante volte ti insaponi? La Perla una volta il corpo una i capelli Io Maiale! Due il corpo e tre i capelli

PS
La Perla rutta con l’entusiasmo e la sfacciataggine di un carrettiere, urge un rabbocco di bon ton

 

Polpettone alla bolognese

Ingredienti: 500 gr tritata, 50 gr pancetta (io uso il guanciale) tritata, due uova, un limone, pan grattato, due cucchiai di parmigiano, un bicchiere di latte, sale, pepe, 80 gr di burro, una cipolla.

Preparazione:  mescolare tritata, pancetta uova, tre cucchiai di pan grattato, il succo di un limone aggiungendo il latte, un pizzico di noce moscata sale e pepe,  fino ad arrivare a un impasto piuttosto sodo (se è troppo morbido aggiungere pan grattato) rosolarlo in abbondante olio e asciugarlo con la carta da fritto. Siogliere il burro  e stufare la cipolla tritata. Mettere le cipolle in una teglia (io ho usato la pentola di ghisa) adagiarci il polpettone e cuocere in forno a 200° per 30 minuti. Servire caldo o freddo con sopra le cipolle

Biblio Le ricette regionali italiane Anna della Salda Solares

Annunci