Ero sempre stato affascinato dal timballo di maccheroni, ma dopo aver visto Big Night  era diventato imperativo provare a farlo. A quel tempo andavo qualche volta a Napoli per questioni di lavoro e mi ero comprato   La Cucina Napoletana di FC Francesconi    penso l’unico libro ben fatto dalla Newton Compton . A una calata successiva, sapendo di avere amici a cena la sera stessa a Milano, ho fatto una doppia capriola: complice il tassista e la sua famiglia ho fatto preparare il sugo napoletano ricco in giornata, me lo sono portato in aereo (allora si poteva, adesso ti arrestano) e alla sera ho presentato un trionfale timballo, usando però (non so per quale processo mentale) una ricetta leggera trovata su internet.  L’altra sera a una cena natalizia presso un amico napoletano ho voluto riprovarci, facendo però io tutto il piatto. E’ stato un lavoro non difficile ma molto lungo, ho utilizzato quella ricetta di Timballo  allegerito tratto da The Italian Taste  con due sole varianti: ho usato la salsiccia fresca di maiale e l’ho rosolata sfumandola con il vino bianco e buttando il sugo perché  fare il timballo e bollire le salsicce mi pareva un ossimoro.
Il risultato è stato scenografico, saporito e impegnativo…..