• Domenica polpo ai peperoni,
  • Lunedì risotto al polpo (avanzi),
  • Martedì peperoni al polpo,

un po’ ripetitivo ma buono.

Da quando ho acquistato il volume Vissi d’amore e di polpo ho superato il classico polpo con patate (che trovavo un po’ dolciastro)  e ho  cucinato il polpo in diverse maniere, ma quella preferita è sicuramente il Polpo ai peperoni.
L’unico difetto è che il polpo surgelato cedendo acqua e cuocendo a lungo  diventava eccessivamente salato, anche per i miei gusti. Domenica ho provato a rimediare mettendo da parte metà del sugo di cottura, sostituendolo con acqua e il risultato è stato ottimo. Restava il problema di come utilizzare il sugo, ho fatto una salsina piuttosto  buona, ma troppo saporita per aggiungerla al polpo, quindi ho ipotizzato di usarla per guarnire dei petti di pollo, l’Apprensiva ha storto il naso ( è molto tradizionalista…) e allora ho ripiegato sui peperoni.

Peperoni alla crema di polpo
Ingredienti: quattro peperoni, metà del sugo del polpo ai peperoni, un cucchiaio di farina, un cucchiaio di burro.
Preparazione: tagliare a metà i peperoni e farli rosolare sul grill del microonde fino a quando sono morbidi e con qualche bruciatura ( …si lo so che il luddismo culinario aborre il microonde, ma scientificamente agitare le molecole  con microonde o con il gas non fa differenza, ci si mette solo di meno e non si rischia di bruciare). In un pentolino far sciogliere il burro, aggiungere  la farina e cuocere per 10 minuti, aggiungere il sugo e cuocere per un altro quarto d’ora aggiungendo acqua se si ispessisce troppo. Distendere i peperoni  sul dorso in piatto e riempire di salsa, da  servire caldi