Arrivano dettagli inquietanti rispetto all’accetazione della Perla nella banda di facinorosi: P. L…. dice che quando gli sto vicino abbatte più elicotteri e se vince il torneo mi ha detto che mi regala qualunque cosa ! Io non ti fidare quando gli uomini promettono qualunque cosa imbrogliano, meglio promesse più  concrete….. Inoltre si è scoperto perché , pur avendo portato mezza valigia di vestitini, la Perla si ostini a mettere solo pantaloncini e maglietta  P. mi hanno detto che l’anno scorso non mi consideravano perché ero vestita troppo da bambina…..

Ristorante Botrus, Ceglie Messapica

Ci siamo andati su consiglio della nostra amica S. anche perché eravamo rimasti delusi l’anno scorso dal Ristorante Cibus, vittima di troppa pubblicità sulle guide e di un patron disattento.
Sulle prime ero un po’ prevenuto, l’ambiente era un po’ freddino e troppo elegante, solo 6 tavoli ed erano tutti vuoti  (in realtà eravamo arrivati alle 20,30 che qui corrispondono alle 18,30 di Milano), il menù aveva un preambolo troppo lungo con quel tono e quei birignao che ormai caratterizzano i ristoranti gastronomici. Cenando mi sono ricreduto: i piatti erano veramente creativi e  con un legame vero con il territorio.  Da rimarcare il San Pietro su letto di melanzane acidulate, i cubetti di melanzana e il filetto di podolico con delle deliziose erbette croccani e per finire uno dessert strepitoso sia per gusto che per aspetto ( assomigliava a un quadro di Mirò): frutta e verdura su un lettto di crème brulè. Siamo usciti contenti, a voler proprio trovare un difetto: due persone in cucina per questo tipo di ristorante sono troppo poche e questo incasinava un po’ il servizio.

Annunci