Nonostante l’attività frenetica delle ultime settimane,  siamo riusciti ad andare al Salone del Gusto.
L’ultima edizione me l’ero persa a causa del Grande Inquisitore e questa giornata strappata coi denti, ha avuto anche il senso di un risarcimento.
Ci siamo presentati giovedì mattina con il carrello a ruote della spesa ( l’avevamo giurato quattro anni fa piegati dal peso dei pacchetti) e abbiamo girato contenti per quattro ore, assaggiando e comprando. Quest’anno la crisi si sente: stand meno propensi a offrire assaggi, parte internazionale un po’ ridotta, ma ne valeva comunque la pena: a differenza di altre manifestazioni sulla materia non si respirava un’aria elitaria e fighetta e le facce dei produttori italiani e no valevano da sole il prezzo del biglietto.

Cosa abbiamo comprato

Risole di Garessio (madeleines dell’Apprensiva)  www.pasticceriacagna.co

Torcetto di Lanzo (madeleines mia e dell’Apprensiva)

Farina da pizza Antico Molino rosso (uso già il lievito mare in polvere) www.molinorosso.com

Pancetta del Valdarno terese ( volevo comprare il pezzo intero 1mx1m) Macelleria Fabbrini Carlo S.Giovanni V.no AR

Alici di menaica ( sono drogato dalle alici sotto sale) www.alicidimenaica.it

Salsiccia di Bra (un evergreen, l’unica salsiccia con il vitello)

Fagiolo di Controne (sembravano perle)  www.micheleferrante.it

Mele biologiche ( standista carina e spersa)

Mais bianco ( per i veneti la polenta è solo bianca) www.mulinomarino.it

Aglio rosso di Nubia (Sicilia)www.slowfoodfoundation.org

Bulgur turco di grano siyez  ( amo svisceratamente il burgul) www.slowfoodfoundation.org

Arancie biologiche ( dopo aver assaggiato la spremuta non potevamo non comprarle) www.tenutadilagodanice.it

Marianna’s Ntolmadakia (fagottini sottolio, solidarietà alla Grecia) www.ntolmadakia.com

Erborinato bulgaro ( puzza orribilmenbte ma è delizioso)

Pistacchi di bronte ( per il pesto al pistacchio) wwww.antoninocaudullo.it

Filetto di tonno salato ( amo il tonno salato) www.jeandeluz.fr

Capocollo di Martinafranca Romanelli ( madeleines delle vacanze)

Pepe della Cambogia ( solidarietà internazionale

Ps un unico difetto: non è proprio un salone slow, non c’è un posto dove sedersi e doppio tre ore la  situazione diventa stressante