IMG_0857Venite a cena che faccio la trippa dice il babbo di Giovanni …. e non occorre che  tu prerari niente… ti puoi anche riposare una volta tanto…. Riposare io?…. non è che per caso teme la concorrenza? Comunque ho fatto qualcosa con la minor fatica possibile utilizzando l’ultima confezione di Burghul egiziano comprato a Salone del Gusto ( una cosa sublime: veri chicchi di grano  spezzati, scuri abbrustoliti al sole d’Egitto, dove mai potrò  ritrovarli?).
La realtà ha poi dimostrato che era solo buon senso: antipasti vari, tagliatelle, una trippa alla lombarda strepitosa, sformato di melanzane (neanche assaggiato per manifesta sazietà) e ananas per salvarsi l’anima.

Burghul ai gamberi
Ingredienti: gr 250 burgul, gr 300 gamberetti surgelati, menta, peperoncino, olio, aglio,passata di pomodoro, sale
Preparazione: cuocere il burghul a vapore per mezzoretta, in una padella far soffriggere l’aglio, aggiungere i gamberi e sfumare con il vino bianco, aggiungere la passata e cuocere per 20 minuti, regolare di sale, peperoncino, menta e mescolare al burghul. Servire caldo o tiepido.