Unknown-1Sono un abbonato e fedele ascoltatore di Radio Popolare: la parte cultura e spettacoli è eccellente, i  notiziari sono molto buoni e la misica…mmhh non si può avere tutto.
Da un po’ di tempo sentivo l’annuncio della IVM che proponeva ai primi venti “telefonatori” un impianto di depurazione a osmosi inversa gratis  con il solo obbligo di affidare a loro la manutenzione.
Sono un po’ scettico su queste offerte mirabolanti, ma siccome stiamo per partire con  grandi lavori di ristrutturazione di bagno e cucina ( la allungo di  ben 1,22 m !!!) e poiché, a differenza dell’Apprensiva,  adoro la tecnologia ho pensato di provare a partecipare. Qualche giorno dopo mi hanno comunicato che ero stato fra i 20 eletti ( siccome la promozione continuava su Radiopop non ne dubitavo) e abbiamo fissato un appuntamento con l’incaricato  per un’analisi dell’acqua del mio appartamento e per parlare del contratto di manutenzione, appuntamento in cui  era obbligatorio  la presenza della consorte/convivente ( 1 anomalia). Alla data fissata si è presentato un simpatico signore che, anziché esaminare l’acqua con stick diagnostichi o altre attrezzature ( unico strumento tecnologico è stato un misuratore di durezza )  ha tirato fuori provette e boccette anonime, ha istallato un depuratore e ha fatto un confronto fra le due acque sulla base dei colori che apparivano  con i reagenti ( 2a anomalia ), iniziando poi uno strano discorso sui pericoli di acidificare con l’acqua il corpo. Io mi sono ricordato il bellissimo post di Bessarini sulla Bufala dell’acqua alcalina  e, purtroppo, l’ho fermato, peccato perché  stava cominciando a parlarne ( 3a anomalia ).
Dopo il test scientifico con due  pentolini sul residuo fisso ( impagabile  la scena dell’Apprensiva che dimostrava una plateale incapacità ad accendere il gas!),  siamo passati in salotto per parlare di affari. La macchina che costava € 3.800 era  gratis, ma la manutenzione ,  che in realtà  non è era una vera manutenzione perché doveva essere fatta dal cliente  ( 4a anomalia)  era  fornita per 10 anni ( 5a anomalia, in dieci anni funzionerà ancora o la macchina  sarà obsoleta ? ) e bisognava pagarla  subito:  costava  € 3.650 ma, bontà loro,  scontata faceva solo  € 3.400. C’era  ancora un piccolo problema, la decisione doveva essere presa immediatamente, mentre il simpatico signore smontava le sue boccette ( 6a anomalia). Naturalmente decidevamo per il no e alla richiesta di trattenere il depliant per eventualmente ripensarci la risposta era negativa ( 7a anomalia) . Ci ho rimuginato per un pomeriggio perché essere presi …. è brutto, ma anche solo  il tentativo da  un po’ fastidio! Ho guardato un po’ in rete qui e qui e mi sono fatto l’idea che se il prezzo proposto era esageratissimo, anche l’idea in sé dell’ osmosi inversa non era il massimo: consuma molta acqua e la impoverisce troppo, perché non basta un filtrino ai minerali e alle alghe per remineralizzarla. Beh… loro ci hanno provato, ma anche Radiopop ci ha messo del suo, immagino l’utente new age in sollucchero per l’acqua alcalina…..gli scriverò per lamentarmi

Annunci