images-2I lavori sono cominciati, l’appartamento è sepolto sotto una nuvola di polvere che implacabilmente si infila sotto i teli di nylon, il capocantiere slavo è  rassicurante e noi siamo felici profughi nella casa della mia amica P. La sistemazione è perfetta: abbastanza vicino ai lavori, la casa è grande, l’Apprensiva chiacchera, io cucino e promuovo l’entropia, e P. come l’ape di Allegro ma non troppo, cerca di arginarla. In più davanti al televisore si accendono interessanti dibattiti: Io secondo te fra Ziva di NCIS e Word di THE SHIELD chi vince? P. certamente Ziva…..
Domenica, abbandonato dall’Apprensiva per un presunto viaggio con una sua amica, sono andato a pranzo dalla Tennica che ha voluto riscattare il pranzo della domenica precedente, guastato da inconvenienti culinari determinati  principalmente dal cattivo umore lavorativo  della medesima. E’ stato tutto perfetto, il culmine con la Torta di feta, un piatto facilissimo e gustoso suggerito dalla sua amica Elena.

Ingredienti: 200 gr di feta,1 confezione di fiocchi di latte Jocca o Fage, olive verdi snocciolate, origano, due confezioni di pasta sfoglia rotonda, olio, yogurt greco bianco per accompagnare

Preparazione: mettere la feta in una terrina e sbriciolarla con una forchetta; aggiungere i fiocchi di latte, un cucchiaio di olio e l’origano e mescolare il tutto. Stendere il primo disco di pasta sfoglia in una tortiera, versaci l’impasto di feta. Taglia a metà le olive verdi (o lasciale intere, secondo il gusto, anche la loro quantità è soggettiva) e disporle sopra il composto. Coprire con l’altro disco di pasta sfoglia, tagliare attorno al bordo quella che è in eccesso e poi chiudere i bordi piegandoli verso l’interno. Bucherellare la superficie con una forchetta, per la cottura seguire le istruzioni sulla confezione della sfoglia, in generale  180° per circa 40 minuti, fin quando inizia a dorarsi.