1* La brace perfetta appare, come un’epifania, solo dopo che spinti dalla fame vostra o dei commensali avete cucinato tutto; quindi é importante cominciare a fare la brace almeno un’ora prima di quanto parrebbe ragionevole e comunque tenere da parte patate e cipolle da cuocere sotto  brace perfetta ( vengono buonissime)

2* In generale il cibo tende a diventare o troppo bruciato o troppo crudo oppure in casi particolari bruciato fuori e crudo dentro; conviene preparare due aree  di brace: una zona densa  per rosolare e una piú rada per cuocere dentro

3 Se lasciate anche un solo grumo di grasso sulla griglia o sul braciere , per vie imperscrutabili milioni di formiche lo verranno a sapere e il mattino dopo avrete trasformato il vostro braciere in un formicaio didattico; meglio pulire tutto appena possibile anche perché è più facile.

Comunque sto prendendo la mano e i piatti cominciano a uscire “comme il faut” in tempo per l’arrivo dei graditi ospiti.

Calamari gratinati alla brace

Ingredienti : quattro calamari freschi, pan grattato,  due limoni, olio, aglio, pepe, sale, prezzemolo

Preparazione: pulire i calamari e metterli a marinare con l’olio, l’aglio schiacciato, sale pepe, il succo dei limoni e il prezzemolo per almeno sei ore. Impanare i calamari e metterli alla brace, prima nella parte forte e poi in quella debole per circa 15 minuti. Servire caldi

PS piatto rubato al nostro ristorante preferito in Puglia: la Vecchia Oria di Oria

Advertisements