imageAndando a prendere GioGio all’aeroporto l’Apprensiva, con il solito ottimismo, comunica non abbiamo un ombrello! ( articolo mai usato in più di dieci anni di vacanze in Puglia), risultato : uscendo dall’Areporto ci accoglie un acquazzone, arriviamo alla Vecchia Oria, dove aveva già piovuto e mentre pregusto il sauté di cozze e magnifico gli antipasti a GioGió, cominciano a cadere le prime gocce e siamo costretti a scappare alla pizzeria La Siesta di Sava, dove per fortuna la pizza é incredibilmente buona. La vita di Villa Arzilla con l’inserimento del nuovo ospite é arricchita la Perla é contenta di avere un nuovo maschio da tiranneggiare e noi ci divertiamo un sacco. GioGió é il mio piacere e la mia nemesi: mangia tutto con entusiasmo e religiosa concentrazione ed é lentissimo a prepararsi, io che tormento sempre l’Apprensiva perché tarda a muoversi devo fare buon viso a cattivo gioco con il mio principale fan gastronomico. Ieri serata “maschia” con la prima volta dei due virgulti ai gob kart :  la Perla concentratissima guidava lentamente come una signora col capellino rifinendo le curve come un ricamo, GioGió dopo i primi giri ha prreso confidenza e ha fatto anche un sorpasso alla Schumaker sullo sterrato.

La Perla in un colloquio con sua madre su alcuni fatti sociali della banda di ragazzini ha comunicato Le femmine sono meglio dei maschi l’Artista in che senso? P sono più evolute A basita, come?? sanno giocare meglio, sanno contare meglio e sanno parlare meglio……  Siamo tutti stupiti e ammirati, ma penso che in questa valutazione abbia contato anche il fatto di essere quest’ anno l’unica ragazza del clan …..

Stinco di San Michele con patate

Questa é la storia di un piccolo disastro, il nostro padrone di casa ci ha regalato una generosa porzione dello Stinco di San Michele, la risposta pugliese alla salsiccia di Bra: una deliziosa salsiccia fresca fatta con bovino, suino, ovino, pomodoro e altri ingredienti segreti che avevo deciso di fare in padella con le patate vista l’inaffidabilità del forno. Il piatto é riuscito benissimo, come testimonia la foto, ma per un’imperdonabile distrazione non ho spento il gas e me ne sono accorto solo venti minuti dopo, salvando il salvabile ma rovinando la fragranza del piatto. Do la ricetta perché nella sua semplicità  al momento giusto il piatto era sublime

Ingredienti: 500 gr Stinco di San Michele o di salsiccia di Bra, 600 gr di patate, un pugno di menta, sale, olio

Preparazione: tagliare le patate a pezzetti e metterle in freezer per 20 minuti, scaldare l’olio e versare le patate facendole rosolare fino a che i lati cominciano a scurirsi. In una padella calda versare la salsiccia a pezzetti facendola rosolare, sfumarla con un po’ di vino bianco e spolverarla con la menta. Aggiungere la salsiccia alle patate e cuocere coperto per 20 minuti. Spegnere il fuoco…….