imagesAnche quest’anno il Festivaletteratura è finito portandosi via l’ultimo scampolo di estate, siamo ripartiti carichi di tortelli di zucca, parmigiano 30 mesi e salami presi al mercato dei contadini e con un bel ricordo di cose sentite e pensate.
L’esperienza con la Perla e Giò è stata positiva, un po’ di complicazioni per la gestione dei tempi e degli spostamenti, ampiamente ripagate dalle facce felici per gli incontri, temevamo la fatica di giornate intere passate fuori, ma alla sera mentre noi stramazzavamo davanti a una bibita, loro giocavano ad acchiaparella ( gioco che non prevede feeling e cooperazione…..) Commovente l’incontro con la moglie di Terzani, la Tennica è impallidita quando si è parlato dell’ultimo discorso fatto al matrimonio della figlia, ma io ci sto riflettendo ( cittadini, romani, compatrioti…quo usque tandem….sarò breve e circonciso…). Deludente Aciman, troppo professore di Cambridge. In complesso è stata un’edizione un po’ sotto tono, l’Artista non è d’accordo, ma lei è parte in causa;  forse per i soldi, forse per il fiorire di altri festival, ma noi che sono più di quindici anni che lo frequentiamo ci ricordiamo edizioni con tre premi Nobel tre….

La Perla
Ha partecipato alle iniziative volentieri, si è interessata e ha retto la fatica e gli spostamenti senza lamentarsi. Sono emersi però due elementi un po’ preoccupanti del suo carattere in formazione: quando si emoziona non riesce a gestire il sentimento e fa la faccia imbronciata da dura, un’autore alla firma le ha chiesto se era arrabbiata; negli ultimi tempi sta imparando a gestirsi da sola e quando qualche cosa va storta (in fondo ha solo undici anni), soffre,  si chiude, si arrabbia con se stessa e rifiuta ogni aiuto.

L’Artista

La Lettrice è andata molto bene, ma l’Artista ha una cronica difficoltà a gestire il suo tempo: è come se avesse solo il pulsante on/off senza il cursore che permette di gestire gli inevitabili aggiustamenti e compromessi fra diverse priorità che sono il sale delle attività sociali; questo sicuramente la danneggia sul lavoro, ma rende anche difficile la vita di chi gli sta vicino.

La Tennica e il Paziente

Hanno portato un sostanzioso contributo nella gestione e nella piacevolezza delle ultime due giornate, la Tennica mi critica per la fretta del fare, poi da vera milanese quando il frappé della Perla tarda mormora questi a Milano sarebbero morti…

Giò

Interessato, partecipe, restituisce con entusiasmo il racconto degli avvenimenti, stuzzica la Perla senza pietà e se gli si dà da mangiare, una Gazzetta e non gli si fa fretta ai musei è come non averlo

SuperMamma*

E’ riuscita a coniugare la sua passione per i russi con una fattiva collaborazione nella gestione dei marmocchi, riuscendo a staccarsi di quando in quando dal suo bambino, epica nel litigio di fine evento con Giò che era stato strappato prematuramente da Palazzo Te

Apprensiva

In questa edizione era svogliata, però si è entusiasmata un paio di volte e ha buttato acqua fredda e buon senso su tutte le tensioni.

* dopo vive proteste e attenta riflessione la SuperApprensiva è stata modificata in SuperMamma