UnknownA fronte di alcune critiche per il mio eccessivo entusiasmo per l’istituzione volevo precisare alcune cosette: non ho mai considerato il matrimonio né per me né per chi mi è vicino, come un obiettivo, l’ho sempre considerato come:

  •  uno strumento giuridico utile e pratico per regolare un percorso di vita insieme, un po’ come le costituzioni che le democrazie si danno quando sono savie per quando non lo saranno troppo
  •  una bandierina piantata all’inizio di un percorso e condivisa con amici e parenti come segno di fiducia nel futuro, non l’unico, è possibile anche fare un figlio, metter su casa, educare un nipote, piantare un ulivo, prendere un cane, votare alle primarie…

PS durante i miei primi quindici anni di matrimonio, nonostante le difficoltà che erano molte, sono stato felice e ho avuto fiducia nel futuro, molta…