Dopo il breve e inconcludente dibattito sull’ora del rientro, la Perla si è fiondata dai suoi amici e l’Artista, felice come un grillo perché finalmente ritrovava i suoi, è partita in macchina per  San Pietro in Bevagna Night.
Io e l’Apprensiva siamo rimasti a fare le solite cose: leggere, chiacchierare con il padrone di casa, lavorare al computer. Però verso mezzanotte, mentre l’Apprensiva, poco apprensiva, dormiva tranquillamente, io ho cominciato a domandarmi dove fossero finite le due (soprattutto la più piccola) e mi sono aggirato per la pineta come il palo della banda dell’Ortiga, sentendomi, in un tuffo nel passato, padre di adolescenti … Per la cronaca la Perla è tornata alle 24,28, millantando un permesso materno, l’altra non so…
Il mattino successivo si sono materializzati gli amici dell’Artista: una coppia molto simpatica composta da: Artista di strada e Impiegata d’ordine ( io naturalmente sottolineo la felicità della combinazione, subito contraddetto dall’Artista), vengono nutriti con piacere a pranzo dallo Staff di Villa Arzilla, che ne approfitta per consumare tre scatole di lenticchie da zampone, che servite tiepide raccolgono il favore della plebe.
La sera successiva “ ultima cena” alla Vecchia Oria con le due ragazze, la Perla dopo essersi scrofagnata di antipasti di mare e di terra comunicava: io ho finito, possiamo andare via, veniva quindi aspramente rimbrottata dalla madre, che ne approfittava per condannare la sua attitudine a parlare solo di capelli e di unghie. A questo punto è intervenuto l’ONU e , su sua proposta, abbiamo parlato di: Pena di morte ( la Perla in primo momento è per comminarla a chi se lo merita ( secondo lei) poi vira sull’ergastolo); se sia meglio la vasca da bagno o la doccia ( la P. opta per la vasca) ; se l’universo sia infinito ( conveniamo che solo i numeri sono certamente infiniti); se siano meglio le bionde o le brune ( secondo la P. non c’è storia: le brune); cosa c’è dopo la morte ( la P. è perplessa, ma punta per la reincarnazione fra umani ); se siano meglio le gonne corte o quelle lunghe ( per la P. le corte). Dopo cena la P. viene trascinata, obtorto collo, alla piazza panoramica di Oria, dice che è sfinita, ma trova il fiato per borbottare recriminazioni per tutto il percorso.
Con l’Artista concordiamo che: Erode in fondo aveva qualche ragione, Abramo si sarà dispiaciuto dell’improvviso stop dall’alto, la strage dei primogeniti in Egitto aveva il suo perché…

Advertisements