IMG_2716La Tennica, per alcuni bubù non gravi ma fastidiosi, è andata da un nutrizionista che le ho consigliato ed è stata, con suo profondo dispiacere, messa in un regime alimentare poverissimo di cereali.
Siccome mi sento un po’ responsabile di questa dieta, che assomiglia a quella Neolitica, e adoro le sfide, mi sono impegnato a migliorare la qualità organolettica dei suoi pasti.
Poiché una delle cose che le mancano di più è il pane, ho cercato su internet delle ricette senza farina. Sono entrato nell’universo un po’ allucinato di quelli che, non riuscendo a controllare il mondo attorno a loro, si concentrano sulla dieta ( ad esempio su un blog una partecipante ammetteva dispiaciuta “ purtroppo non sono celiaca, sono solo intollerante al glutine…”). E’ stato comunque divertente e istruttivo, comprendendo anche la caccia al tesoro di alimenti improbabili che costituisce una mia fissazione ( e la disperazione dell’Apprensiva).
Ho trovato 5 ricette di snack che ho proposto numerate alla Tennica per una prova di assaggio, al momento la più gradita è stata questa ricetta che ho trovato su sito che non posso citare poiché l’autrice impedisce la riproduzione, ma poiché in cucina copiare e tradire è la norma, l’ho un po’ modificata e la presento come figliastra

Crackers di farina di lenticchie rosa, con mandorle e sale alla cipolla

Ingredienti: 80 g di lenticchie rosa decorticate, 50 g di mandorle con la buccia, 40 g di semi di sesamo, 2 cucchiai di olio Evo, origano, 1 cucchiaino di cremor tartaro (dopo lunga ricerca l’ho trovato alla Coop reparto ingredienti per dolci) , ½ cucchiaino di xanato (l’avevo in casa da un regalo della Tennica sulla cucina molecolare, lo si trova su internet)

Preparazione: mettere le lenticchie, le mandorle e i semi di sesamo nel mixer e trasformarli in farina ( ci vuole molta pazienza: frullare, passare al setaccio, frullare il rimasto al setaccio, passare al setaccio…) Mescolare la farina insieme a tutto il resto in una ciotola e impastare aggiungendo acqua tiepida fino a che non si ottenga una palla elastica. Oliare due fogli di carta da forno, appoggiare la palla sul primo, coprire con il secondo e lavorare a mattarello fino a ottenere una sfoglia alta 3 / 4 millimetri. Tagliare delle rondelle con un bicchiere e appoggiarle su una teglia sulla la carta da forno superiore, spargere il sale alla cipolla ( per farlo mettere in forno una cipolla coperta di sale grosso, farla arrostire e poi recuperare il sale), spennellare d’olio e mettere in forno ventilato a 180* gradi fino a che i bordi non comincino a scurirsi. Far raffreddare sulla griglia del forno a sportello aperto ( oppure essiccare se si ha l’apparecchio)

PS Una menzione speciale ai sacchetti richiudibili e riutilizzabili dell’Ikea, comodi, ecologici, conservano ogni cosa in poco spazio in maniera mirabile.