Per mio personale programma “ Cultura per la Perla” era previsto un terzo concerto, dopo quelli di Jovanotti e Violeta, e la scelta, su richiesta dell’adolescente, è caduta su Mika, molto Pop e molto intelligente.
Questa volta però la Perla ha richiesto di portare un amichetto, perché così si sarebbe divertita molto di più e inoltre lo chaperon non sarei stato io, ma la mia amica P. con cui, condividendo gli stessi gusti musicali e gli stessi entusiasmi, avrebbe potuto scatenarsi senza pudore. La scelta dell’amico è caduta inevitabilmente su L. , il suo amico storico dalle elementari. In effetti in due fanno uno coppia perfetta, consumano i tempi morti rincorrendosi o facendo quelle strane scommesse che solo alla loro età si fanno ( quante gomme restano in questa scatola?… quanti pendagli ha la mia collana?… quanti metri mancano a casa?…), discutono senza prevaricare, insomma perfetti, basta non perderli di vista perché tendono a prendere strade loro.
Ieri sera li ho prelevati a Torino e abbiamo cenato con la pizza da Spontini, untissima ma buonissima, con L. che voleva pagare, ma poi la Perla lo distratto e sono riuscito a pagare io.
Grazie al fatto che ci fosse un altro maschio in famiglia sono riuscito a vedere la terza puntata della saga dello Hobbit, purtroppo aveva ragione la Perla: il film era di una noia infinita, ma a noi maschi piace anche così, basta che ci sia azione.
Al mattino, dopo una frugale colazione al bar, abbiamo fatto fuori la parte “curturale” del WE con una visita al Civico Museo di storia naturale, P. quando ero piccola mi avevano parlato dell’evoluzione e pensavo che la bisnonna Elsa fosse un po’ una scimmia. Di seguito, per compensare un aperitivo sul tetto della Rinascente e una visita a HM, Io a  L. facciamo finta di divertirci…
Pranzo a base di wurstel e patate arrosto, con discussione sul tema: E’ meglio avere come Achille una vita breve, gloriosa e famosa oppure come uno qualunque una vita oscura ma lunga e un po’ bella un po’ brutta?, i due adolescenti optavano giudiziosamente per la seconda.
Pomeriggi al cinema a vedere, dopo 30 minuti di pubblicità e un corto inguardabile, Inside Out, molto bello e consigliabile a grandi e piccini. Il pomeriggio è proseguito con la realizzazione da parte dei due di un cartello da portare al concerto Io guardate che non sia troppo tamarro P acida, cosa vuol dire tamarro? L. we love Mika va bene? Io troppo volgare o sdolcinato, L. la tua proposta va benissimo
Cena leggera a base di gnocchi al ragù con discussione sul tema l’universo è finto o infinito? su cui non si è arrivati a una conclusione essendo discordi i commensali.
Finale con un orrendo film con Cameron Diaz scelto dalla Perla, perché quell’attrice le ricorda la mamma

Annunci