imagesTelefonata un po’ concitata il  sabato mattina: P. scusa se te lo chiedo con poco preavviso, ma lunedì ho una verifica di geografia e, visto che all’ultima ho preso 4 ½ e non voglio fare brutta figura, mi dai una mano?. Io certo, mandami le pagine per Whats App e poi ci sentiamo nel pomeriggio. Il tema era la Penisola Iberica, me la sono riguardata e poi, dopo tre collegamenti tramite Face Time ( è importantissimo potersi vedere negli occhi…), la Perla mi ha comunicato, guardandomi attraverso i suoi nuovi occhiali rotondi: adesso mi sento veramente ben preparata, questa sera ripasso ancora un pochetto e per domani sarò a posto!
Io  mi sentivo come se avessi vinto il Gran Premio…. Peccato che nella sua scuola non applichino il nuovo metodo di insegnare la geografia insieme alla storia, sarebbe stato molto più facile e interessante, ma comunque bene così…

Dopo un paio di tentativi ho raggiunto la perfezione per questa ricetta tradizionale piemontese

Acciughe al bagnet verd

Ingredienti: 20 acciughe atlantiche ( quelle grosse) sotto sale, 1 l di aceto bianco, 50 g di prezzemolo, 20 g di mollica, aceto rosso, 1 spicchio d’aglio, olio EVO
Preparazione: aprire le acciughe, togliere la spina e spazzolarle dal sale, metterle a bagno per mezza giornata nell’aceto bianco. Tritare il prezzemolo e la mollica, spremere l’aglio e mescolare con l’olio  fino ad ottenere una salsa liquida, regolando poi con l’aceto rosso e pochissimo sale ( le acciughe sono già molto salate). Scolare le acciughe e lasciarle a bagno nella salsa in frigorifero per un giorno. Una volta mangiate le acciughe, la salsa restante può essere utilizzata per condire meravigliosamente i peperoni arrosto.