You are currently browsing the tag archive for the ‘abbattitore’ tag.

IMG_2286Quando lunedì mi sono affettato il dito, il secondo pensiero ( il primo è stato ma quanto sarò c…) è stato come avrei fatto per la cena di compleanno dell’Apprensiva prevista per sabato con un gruppo di amici scelti.
L’Apprensiva, pratica e rinunciataria, ha proposto di cavarcela con affettati, formaggi e piatti fatti, ma io, che non amo essere travolto dalla mia stupidità, ho pensato che, con l’aiuto dell’abbattitore e rinunciando ad alcuni piatti (era escluso diliscare le acciughe), si poteva fare, diluendo la preparazione in tre giorni.

Alla fine ho presentato: hummus tradizionale, hummus alla barbabietola, melanzane dell’iman svenuto, pollo teriaky, bucatini all’amatriciana ( per vendicarmi del guanciale assassino), burghul ai gamberi e verdure. L’apprezzamento è stato generale, ma il pollo e le melanzane sono stati i primi a finire …


IMG_2287Burghul alle verdure e gamberi

Ingredienti: 100 g di burghul, 200 g di gamberi piccoli puliti, un peperone, un cipollotto, due carote, un pomodoro, una costa di sedano, un limone, olio evo, peperoncino, vino bianco, sale.
Preparazione: tagliare le verdure a piccoli pezzi e metterle in una ciotola capiente, saltare i gamberi in poco olio, sfumare con il vino bianco e far raffreddare. Cuocere il burghul al dente e unirlo alle verdure e ai gamberi, regolando di sale, peperoncino, olio e limone.

A volte in cucina gli attrezzi più semplici sono quelli più utili, dopo un periodo straconsumistico (dieci anni alla ricerca del trita cipolla perfetto) sto arrivando a una concezione più minimalista dell’attrezzatura: in primis le mani (…e i guanti in lattice per alcune lavorazioni), poi i coltelli, la mandolina e le pentole.
In questo Panteon è entrato e non ringrazierò mai abbastanza il network che me lo ha fatto pervenire da Roma, uno strumento semplice umile ma utilissimo il Taglia puntarelle. Semplice, essenziale, bello da guardare e facile da pulire, non solo accelera e rende agevole la preparazione delle puntarelle, ma serve anche a sezionare altre verdure, a fare l’uovo sodo a mimosa, a preparare la mozzarella per la pizza e chissà quali altri utilizzi… un vero piccolo tesoro.
PS naturalmente non ho rinunciato all’abbattitore, ma quello è un altro discorso….

Per questioni logistiche (non ho trovato un posto in cucina)  economiche (tempi duri l’Apprensiva non me la farebbe passare liscia)  non sono riuscito ancora a regolare i conti con l’abbattitore e ora  mi arriva, complice Medagliani noto spacciatore si cose di cucina a Milano, notizie del Sonicatore il rivoluzionario mixer a ultrasuoni. Non ho parole… la tecnologia mi sorpassa..

Continua la saga dell’abbatitore con un colpo di scena: è arrivato un nuovo protagonista e la storia  si anima.
Antefatto: a seguito della mia richiesta d’informazioni mi erano arrivati ben due inviti per presentazioni a Treviso e  a Mantova, dilaniato dal dubbio ( mi si noterà di più se vado o non vado…) per pigrizia non mi ero mosso. Poi a Milano è arrivato il ciclone del Salone del Mobile e con lui un invito alla presentazione di Freddy  ( tra l’altro  é la prima da che faccio il Blog e una presentazione di attrezzatura di cucina anziché farmaci non me la sarei fatta scappare comunque).
Il luogo era un triste e algido negozio di cucine fighette ( per capirci di quelli per le persone che si fanno comprare la cucina dagli architetti) ma il buffet era ricco (ma non ho consumato per non fare la figura di quello capitato lì per fare merenda), ho assistito alla solita scena triste della giornalista precaria che cerca di darsi un tono e che  i padroni di casa assecondano e chiacchierando con un responsabile, per fare il bullo, ho citato l’ abbattitore a prezzo modico che sta proponendo Medagliani  (noto spacciatore di attrezzature di cucina di Milano).

Sorpresa!: è sempre roba loro e la stanno proponendo in un canale di vendita diretta ( tipo Bimby e Tapperware  )
Queste le informazioni sommarie che ho raccolto: funziona come il fratello maggiore ( abbatte, surgela, lievita e cuoce a bassa temperatura) ma per quantità di 2 Kg anziché 7 ( ma chi surgela in casa 7 Kg?), consuma  250W anziché 900 (non potendo avere una centrale nucleare domestica non è poco), è fatto in materiale meno prezioso e costa circa € 1.400

Maggiori informazioni su Fresco Club  ( al solito deve esserci un web designer o un committente troppo fighetto, molto glamour e poche informazioni tecniche per gastrofanatici)

Ps mi sono quasi offeso quando mi hanno  proposto cautamente di fare una dimostrazione a casa, ma sono i rischi del mestiere …..:-)

L’Apprensiva è entrata subito in allarme rosso cercando di raffreddare i miei entusiasmi peggio di un abbattitore professionale ( Non è il momento, siamo poveri!  Prima devi mettere in ordine la cucina! Hai già troppe cose!)

Nella mia cucina

Amo molto l’ impostazione di Alan Bay in gastronomia, quel misto di piacere, tecnica, idee fisse e la convinzione che non ci sia una ricetta definitiva, ma infinite variazioni che si evolvono nel tempo e nell’umore del cuoco. Ho regalato a destra e a manca “Cuochi si diventa” e tutti me ne sono stati grati.

Quindi quando ho visto in libreria “Nella mia cucina” l’ ho comprato subito, con l’ Ansiosa che mi guardava preoccupata e dichiarava anticipatamente che nulla di nuovo sarebbe entrato in cucina se prima non la riordinavo radicalmente ( l’ Ansiosa non giudica favorevolmente il disordine creativo)

E’ un libro strano perché non è solo un ricettario o un catalogo di attrezzature, ma è uno spaccato vivo dell’attività in cucina dell’autore, con le sue scoperte, le sue preferenze e le sue idiosincrasie raccontate senza pudori. Sono citati tutti gli strumenti dall’umile cucchiaio di legno al costosissimo abbattitore, insieme a molte ricette sfiziose.

L’ ho letto a pezzetti, in cucina, dopo colazione e ne sono scaturiti due elenchi:

Cose che prima o poi comprerò, sfidando la disapprovazione dell’ Ansiosa e le garbate ironie della Tennica e dell’Artista:

  • L’ abbattitore: serve ad abbassare quasi istantaneamente la temperatura degli alimenti, permettendo di conservarli molto, molto meglio; sembra che ne debba uscire uno economico a breve. A me piace cucinare in grosse quantità e non mi rassegno alla leggera decadenza degli avanzi surgelati
  • Il sottovuoto a campana: ho già quello ad aspirazione, ma lo uso poco anche perché bisogna tiralo fuori da un pertugio e poi quello a campana serve a realizzare il sottovuoto per cotture a bassa temperatura
  • Roner : infernale aggegio per cucinare a basse temperature a bagno maria con precisione millimetrica, necessita però dei due apparecchi precedenti
  • Una pentola d’ argento: sarebbe perché l’ argento è un ottimo conduttore, ma anche per l’ esibizionista che è in ciascuno di noi, unico dubbio chi la luciderà?
  • Frullatore termico, sarebbe il Bimby o una sua versione meno nota, un unico dubbio: non finirà come la macchina del pane ( a me piace impastare a mano…) 

Cose che non potrò mai comprarmi per questioni di spazio, di soldi e di buon senso, ma che desidero lo stesso:

  • Il carrello dei bolliti
  • Una pentola d’ oro :-))

Chi sono

Zenone (non il filosofo, ma quello dell’ Opera al Nero) 63 anni, lavora in editoria, una grande passione per la cucina, una compagna l’ “Apprensiva” due figlie la “Tennica” e l’ “Artista” una nipote “ La Perla di Labuan, una ex moglie poco ex l' Irriducibile e un procedimento penale in corso per una vicenda medico-farmaceutica. Io mi dichiaro innocente (come tutti, anche quelli nel braccio della morte) ma posso invocare la testimonianza di quelli che mi conoscono : non sono mai passato con 11 pacchetti nella cassa da 10. Il 25 ottobre sono stato sollevato dagli "arrosti" ma Woodstock resta in gabbia fino a che la faccenda non sarà conclusa......03-02-12 ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE 11-09-12 si aggiunge al gruppo il Paziente friulano, marito che, pur essendo italiano e ivi residente, la Tennica ha trovato in Patagonia. Nella compagnia è sempre più presente SuperMax, nipote diciottenne dell'Apprensiva, tanto entusiasta della vita quanto disinteressato alla scuola.

Scrivimi

zenone@arrostidomiciliari.it

Controllo delle é / è, ortografico a posteriori a cura della Tennica

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra

Categorie