You are currently browsing the tag archive for the ‘barbecue’ tag.

OLYMPUS DIGITAL CAMERAAnche quest’anno la vacanza, nonostante l’avessimo allungata di una settimana, è finita troppo presto. Avevamo un vaghissimo desiderio di tornare a casa, sfumato quando ci siamo resi conti di dover stare in un, per quanto confortevole, cubicolo chiuso. Anche stavolta nonostante i buoni propositi con sei settimane viaggeremo un sacco…. siamo riusciti a stento ad andare a Lecce e a Oria e non è tutta colpa delle intrasportabili ( Perla+Artista) è che quando siamo lì facciamo fatica ad uscire dal circuito nuoto, sole, lettura e cucina. Magari se facciamo un salto a Pasqua….. Giò è stato splendido durante il viaggio di ritorno: 12 ore di macchina senza protestare, devo fare un trapianto di geni alla Perla

Libri

È stat una annata abbastanza buona : I Borgia K Ivan Salerno, interessante ma troppi fatti e poche analisi, Fool E. Moore Eliot, continua la saga di fantaShakespeare il folletto di Re Lear si sposta nella Venezia di Otello e del Moro un libro assurdamente divertente, Catastrofe 1914 M. Hastings Neri Pozza, uno splendido saggio di stroriografia anglosassone, come chi scatena una guerra non abbia la minima idea delle conseguenze e come i militari siano sempre preparati per la guerra precedente, Cannella e polvere da sparo E. BrownIl Salani, un cuoco e una piratessa in un’avventura adatta a grandi e piccini, Una mutevole verità E. Carofiglio , ben scritto ma poco più di un racconto breve o l’autore sta scrivendo altro oppure non ha più voglia, La nascita del purgatorio Le Gof Einaudi, gradissimo erudito e divertente, ci manca… Uccidi il padre S. Danzeri bello denso e avvincente, due nuovi personaggi per una nuova saga dopo il Gorilla, La Rivoluzione Francese A.Forest e G.Arganese Il Mulino, un’interessante raccolta di saggi su diversi aspetti della grande rivoluzione, Morte di un’uomo felice G.Fontana Sellerio bella storia di un giudice umanissimo fra Brigate rosse e Resistenza, La Vita Agra L. Bianciardi Feltrinelli, grandissimo libro andrebbe fatto leggere nelle scuole per far capire ai nostri viziatissimi virgulti cos’era l’Italia e Milano agli inizi del boom. Infine per l’aggiornamento culturale: Il Decamerone, una delusione si parva licet come direbbe Fantozzi una boiata pazzesca, non contesto il valore linguistico, ma questa storia di dieci liceali vanesi e viziati che si raccontano storielline un po’ cochon e non fanno niente è una vera palla, stereotipi a manetta, approfondimenti psicologici zero, intrecci banalissimi; unici punti favorevoli: a leggerlo intensamente dopo un po’ ti viene di pensare in toscano antico e comunque descrive bene la sociologia di quei tempi.

La Perla

Quest’anno è stata più Dr. Jekyll che Miste Hide, è cresciuta in maturità e linguaggio. P. ancora frise al pomodoro! Le hai già fatte ieri! Io veramente è la prima volt in tutta la vacanza che il menù non è cambiato, comunque devi imparare che è meglio non irritare i cuochi ( poi lo ha imparato…) Ha ingaggiato la lotta adolescenziale con sua madre: cede terreno quando deve , avanza quando può e critica senza pietà.

L’Artista

Non pervenuta, era troppo presa e angosciata dal lavoro

La Tennica & Il Paziente

Sono stati compagni piacevoli e collaborativi, il Paziente non potrà dire di non aver conosciuto alcuni diffettucci della sua promessa sposa e questo mi tranquillizza per il futuro…

Giò Giò

Una volta stabiliti turni per il bagno è stato un ospite ideale, tranquillo e disponibile purché gli si desse da mangiare a sufficienza. Non siamo però riusciti a convincerlo che non si risolve tutto con la dialettica. Giò, saltando nell’acqua sono il saltatore più forte del mondo! Io guarda che l’acqua non è prevista nei regolamenti Fidal, solo la sabbia! G. perché tu li hai letti?

Cucina

E’ stata la stagione del barbecue e dopo qualche incidente sono riuscito a gestire la tecnica, ottima per la cottura diretta grazie alle alte temperature, deludente quella indiretta perché è complicato gestire la temperatura e gli stessi risultati si potrebbero ottenere con un buon forno

 

Annunci

imageLa vacanza della Tennica e del Paziente é stata breve, sia perché devono risparmiare ferie per il viaggio in Nuova Zelanda sia perché il Paziente é uomo di montagna e di terre inesplorate, comunque sono stati una compagnia operosa e rilassante.  L’ Artista é sepolta dai libri e parla quasi solo a citazioni e la Perla ha ingaggiato una strategia pre adolescenziale con la madre: momenti di tenero affetto mischiati a bracci di ferro ( all’ora di pranzo) e strategie di logoramento ( a cena). Una sera per gioco abbiamo provato una relazione  vittoriana ( Signora Madre……Signor Nonno ) Tennica ma se non sai dare del Lei! P. Non é vero alla maestra qualche volta do del Lei! ma quando? P. quando mi sgrida……

Continuano i successi del barbecue con questa ricetta che un commensale ragazzino ha definito il polpettone più buono del mondo.

Bacon  Bomb

Ingredienti: 500 gr di salsiccia, 500 gr di macinata di vitello, 500 gr di pancetta tagliata non troppo sottile, paprika dolce, un uovo, tre rametti di rosmarino, sale pepe, una cipolla e un peperone

Strumenti: un barbecue che si possa chiudere per la cottura indiretta, un termometro a sonda

Preparazione: intrecciare la pancetta come una tela sino ad ottenere un quadrato di 30 cm di lato, imageposarla su una pellicola trasparente e cospargerla con la paprica, mescolare la salsiccia e la macinata con l’uovo regolando di sale e pepe, disporre il tutto sulla pancetta, inserire al cento la cipolla e il peperone tagliati sottili e richiudere a polpettone, lasciare in frigo per un’ oretta. Accendere la brace, mettere al centro una vaschetta per raccogliere il sugo, disporre il polpettone ( senza pellicola) e chiudere il barbecue aggiungendo i rametti di rosmarino bagnati per l’affumicatura. Cuocere a 170 * fino a che la temperatura al cuore del polpettone sarà di 70 *

Ref  M.Tassi Il Barbecue Reed Gourmand

soana47Ogni anno per le nostre lunghe vacanze in Puglia scelgo un tema gastronomico per deliziare i miei ospiti e per passare il tempo. L’anno scorso sono stato l’unico vacanziero partito verso sud con un set completo di cesti di bamboo per la cucina a vapore, ma non si può dire che la clientela, soprattutto i locali, abbiano apprezzato particolarmente  la cucina mandarina.
Quest’anno avendo  deciso di buttarmi sul barbecue, che in estate è come sparare sulla Croce Rossa, mi sono fornito di due libri essenziali :  The Barbecue Bible , in cui c’è tutto e Il Barbecue , ricette interessanti ma forse un po’ troppo raffinate.
Per non essere troppo banale vorrei dedicarmi alla cottura indiretta, se trovo un fabbro giù per modificare il mio barbecue, e alle ricette alla brace medio orientali. A fronte di questo progetto si è aperta una nuova ricerca, forse l’attività complementare più divertente della gastronomia, per trovare degli spiedini a spada per le polpettine e la misteriosa spezia “sumac” delle ricette turche delle medesime. La ricerca si è conclusa con successo, gli spiedini li ho trovati inspiegabilmente in Piemonte  da Peraga   e la ricerca della spezia mi ha portato in una delle ultime vere drogherie di Milano:  Soana, un negozio che, per arredamento e gentilezza, profuma d’antico ed é  un vero paradiso della spezia

imagesLa maledizione del barbecue è che, quando la carbonella raggiunge la sua accensione ideale. tu, pressato dai commensali, hai gia cucinato e mangiato tutto. Quest’anno dopo l’inutile attesa che il padrone di casa mettesse su un megabarbecue comune, ho deciso di portare il mio che giaceva in cantina.
Per fortuna due giorni prima di partire sono andato a cena al lago dai nostri amici G&L, dove G. farmacista preciso, si è esibito in un grande barbecue stupendomi con la caldaia Weber per la preparazione della carbonella. La caldaia permette di realizzare in 20 minuti una brace perfetta, bisogna solo fare molta, molta attenzione nello sversamento per evitare ustioni, usando preferibilmente carbonella compattata.
Detto fatto ho costretto l’Apprensiva a cercarlo il giorno prima di partire e ho fatto bene perché è veramente eccezzionale e in più ho stupito il padrone di casa con le diavolerie settentrionali

Pollo alla brace allo zafferano
Ingredienti: un pollo tagliato a pezzi, una cipolla, un vasetto grande di yogurt bianco, due bustine di zafferano, sale, pepe, un limone spremuto
Preparazione: mescolare allo yogurt la cipolla tritata, lo zafferano e il succo di limone, salare e pepare, versare sul pollo e lasciare in ammollo per 24 ore. Mettere il pollo sulla brace in una posizione alta, girare fino a che l’interno è cotto e si è formata una crosta gialla, abbassare la griglia per l’ultima rosolata e servire con riso basmati

Chi sono

Zenone (non il filosofo, ma quello dell’ Opera al Nero) 63 anni, lavora in editoria, una grande passione per la cucina, una compagna l’ “Apprensiva” due figlie la “Tennica” e l’ “Artista” una nipote “ La Perla di Labuan, una ex moglie poco ex l' Irriducibile e un procedimento penale in corso per una vicenda medico-farmaceutica. Io mi dichiaro innocente (come tutti, anche quelli nel braccio della morte) ma posso invocare la testimonianza di quelli che mi conoscono : non sono mai passato con 11 pacchetti nella cassa da 10. Il 25 ottobre sono stato sollevato dagli "arrosti" ma Woodstock resta in gabbia fino a che la faccenda non sarà conclusa......03-02-12 ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE 11-09-12 si aggiunge al gruppo il Paziente friulano, marito che, pur essendo italiano e ivi residente, la Tennica ha trovato in Patagonia. Nella compagnia è sempre più presente SuperMax, nipote diciottenne dell'Apprensiva, tanto entusiasta della vita quanto disinteressato alla scuola.

Scrivimi

zenone@arrostidomiciliari.it

Controllo delle é / è, ortografico a posteriori a cura della Tennica

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra

Categorie

Annunci