You are currently browsing the tag archive for the ‘cinema’ tag.

UnknownCon SuperMax ho iniziato un programma di cultura cinematografica, per evitare che si incitrullisca completamente a forza di “spara-spara” senza senso a cui l’Apprensiva non sa ribellarsi.
Vengo a Torino andiamo al cinema, commentiamo il film, mangiamo una pizza e discutiamo dei massimi sistemi del tipo: Io guarda che la guerra non è quella dei tuoi filmetti e telefilm è quella che vedi i televisione: uomini grassi, sporchi e brutali che distruggono case e ammazzano donne e bambini S certo, lo so, ma in casi estremi bisogna essere preparati Io certo ci sono situazioni in cui è inevitabile combattere, ma la violenza danneggia anche chi la fa guarda come si è ridotto Sniper S sicuro, ma io sono diverso! Io certamente: con il tempo che ti serve a prepararti,  il nemico arriva a Roma prima che tu sia sceso dal letto…
Avevamo in programma di vedere Selma e la Perla appena l’ha saputo ha espresso il desiderio di venire anche lei, perché la fanciulla, forse vaccinata dai film violenti che gli propina un genitore in un discutibile programma di educazione omeopatica, da un po’ di tempo si interessa al cinema colto.
Io non potevo essere più felice e alla spedizione si è aggiunto anche G. l’amico saggio di SuperMax. Arrivato a Torino sono passato prima dalla Perla per una mini lezione di storia: la prima pagella riportava ottimi voti con l’eccezione di un miserevole 6 in storia, non potevo crederci: mia nipote con 6 in storia e un 8 in geografica che escludeva problemi di memorizzazione ! Una breve intervista non ha portato a rilevare nessun motivo specifico e quindi sono portato a pensare che sia insegnata male; comunque abbiamo parlato dei normanni, da dove arrivavano, come erano organizzati e cosa combinavano in giro e ci siamo abbastanza divertiti, vedremo….
Arrivati da Supermax la Perla ha voluto subito provare il fucilone a aria compressa, che il babbeo si era comprato in un momento di eccesso testosteronico. Usciti mi sono trovato a fare lo chaperon mentre la Perla intratteneva i due diciottenni con maestria di donna vissuta e ardita; dopo un po’ visti i trascorsi narrati hanno cominciato a chiamarla Lara Croft , con visibile piacere della medesima. In compenso Io, adulto che portava i giovani a istruirsi, sono stato oggetto di sguardi compiaciti degli spettatori   e di un trattamento quasi affettuoso della cassiera.
Il film è piaciuto a tutti e quattro, forse era un po’ lento nel tentativo di non fare di Martin Luther King un santino, ma molto istruttivo sulla strategia della non violenza.
Dopo il film un panino eccellente da M…bun e subito a casa perché alla Perla gli cadevano le palpebre.

Un piccolo incidente al ginocchio e l’imminenza di una ristrutturazione della cucina,  che mi ha indotto a un programma di distruzione di massa dei surgelati, hanno ridotto le mie attività in cucina e di conseguenza sul Blog, ma  con l’arrivo nel fine settimana della Perla per un week-end di lavoro riprenderà il movimento, questo è i menù:

Nipote & Nonno zoppo_Pagina_1

Nipote & Nonno zoppo_Pagina_2

images-1Ho approfittato del Week End elettorale a Torino per strappare la Perla all’Artista per un pomeriggio. L’ho prelevata, poi siamo andati di corsa da Eataly a mangiare un hamburgher, P. ottimo questo hamburger e l’aranciata ( Lurisia) è veramente deliziosa (compro un cartone da quattro da portare a casa P. non occorreva Io è importante così ti ricorderai questa giornata, pensa che c’è stato uno che da un biscotto e una tisana ci ha tirato fuori sette libri ed è diventato famoso….). Poi di corsa al cinema, dopo una rapida pipì eversiva nel bagno degli uomini: P. tieni ben chiusa la porta !. Abbiamo visto Pinocchio, poetico e divertente, con le musiche di Lucio Dalla, P.  pensa, mi ha messo anche un po’ paura ( segno di supremo gradimento). Usciti visita alla Feltrinelli: due matite con il brillantino e dopo aver guardato Girolamo Stilton mi dice  c’è anche nella serie di Stilton ma voglio I ragazzi della via Paal in  edizione originale piume delle mie piume ! Uscendo mi accorgo di aver dimenticato la borsa al cinema, piccolo dramma presto risolto, riuscendo dal cinema borbotto che scemo… la Perla non sei scemo sei mio nonno, io fra me e me le due cose non sono in antitesi Rientriamo a casa dell’Apprensiva, dove anziché studiare i verbi composti ( concordiamo diremo che non abbiamo avuto tempo) la piazzo davanti alla tv e io stramazzo a leggere sul letto; dopo un po’ vado da lei e comincio a seguire con lei (abbracciati sul divano, spostati no spostati tu…..) Azur e Asmar  uno splendido cartone.
Alla sera pizza con l’Apprensiva e C., La Perla dopo un’iniziale interesse educato alla conversazione scopre con F. una comune passione per il cinema, F.  ha vent’anni ed è  ammirato dal fatto che la Perla a nove abbia già visto Kill Bill e Pulp Fiction ( causa teorie educative famolo strano, che disapprovo garbatamente), la Perla, che da grande vuole fare la regista, è affascinata dal fatto che F. farà un corso di cinema  e i due cominciano a flirtare in maniera imbarazzante. Nel frattempo la introduco a Ruzzle e in un battibaleno passa da 80 punti a 250
Il giorno successivo l’Artista mi trasmette due affermazioni della Perla : relativamente a F. sai mamma, abbiamo scoperto di avere molte cose in comune (compreso dico io l’apprezzamento per la scena della siringa in Pulp Fiction!) e sulla neve voglio lasciare nuove impronte, dove non c’è niente diventa tutto……

La giornata è cominciata  alle 7  (siamo mattinieri tutti e due) con un mal di gola dichiarato a cui solo pastiglie per bambini potevano porre rimedio ,P. (vagamente accusatrice) forse perché non avevo la coperta?

Cosa abbiamo fatto

–       Colazione in pasticceria, la Perla brioche al cioccolato e acqua minerale ( not comment ci mancava solo una sigaretta)

–       Primo giro al mercato per alimentari. Io che frutta ti piace ? P le pesche Io e poi ?le pesche  Io  il melone?  P così così   Io (non demordo) le ciliegie?  P che schifezza,  la verduraia ci guarda  fra lo stupito e lo schifato

–       Secondo giro al mercato per vestiti: tre magliette ( fra lo chic e il tamarro)  un vestitino rosso sbracciato che fa la ruota (tipo signora in rosso) una spilla per capelli  con una rosa rossa e piuma, una cavigliera da schiava con plastiche colorate sul rosso. Qual è il colore preferito della Perla ?

–       Incursione  al negozio di giochi con acquisto, causa embargo Barbie, su sua espressa richiesta di un elicotterino radiocomandato ( Io c’è scritto 10 anni P non importa Io (sottovoce) al massimo ci gioco io 

–       A casa: defilè degli acquisti  Io devi fare la faccia scontrosa P perché?  Io non lo so, ma le modelle fanno così P. vabbbene Montato e provato l’ elicottero, tendevo a giocarci io con poco successo poi la Perla ha preso in mano la situazione l’ha fatto decollare, godendo in maniera smodata e non l’ha più mollato fino a che non si sono scaricate le pile. Il quadro era questo: ottenne in vestito rosa, cavigliera e spilla che faceva volare l’elicottero guardandosi ogni tanto nello specchio dell’ingresso, tremo per il futuro……

–       Pranzo a base di porcate: tre tipi di snack, stracciatelle e mozzarella, “caprocollo” di Martina Franca, unica concessione alla salute: carote lavorate con il mio tempera-carote e…una pesca.

–       Al cinema a vedere Cars 2 : P vorrei che entrasse qualcun altro in sala mi fa paura la sala vuota  Io prova a pensare che siamo ricchissimi e questo è il nostro cinema personale, potremmo invitare un mucchio di amici. P. facendoli pagare Io non si fanno pagare gli amici P. i proprietari del supermercato sono nostri amici, ma ci fanno pagare Io trattasi di commercianti….. e poi è il loro lavoro

–       Da Massimo il  miglior gelataio di Milano, P (sottovoce). ma sono piccolissssimi Io ma sono anche buonissimi

–       Ristorante Cino-Giapponese, la Perla è molto conservativa in fatto di cibo, quello che le piace è ok il resto è out, le novità non sono gradite né ricercate quindi: riso alla cantonese e ravioli al vapore; di fronte a altre proposte di assaggio si è comportata come Dracula e l’aglio, ha accettato solo di piluccarare la ciotolina di antipasto per non offendere la signora. Interessante uso integrato di forchetta e bacchette.

–       Congrua razione di televisione per permettermi di tirare il fiato e fare qualche cosa

–       Storia di Ulisse e Eolo (filologicamente corretta ) e bacio della buona notte, uno anche per l’elicottero vero amore attuale della Perla

Conversazioni sparse

–       Mendicare: P. quel signore chiede la carità perché a speso tutto per dar da  mangiare a sé e i suoi figli Io no, viene da lontano, non ha portato nulla con sé e non ha ancora trovato lavoro P ho capito… Io forse non l’ha cercato bene, per qualcuno anche questo è un lavoro, ci sono sempre differenze P. e già…

–       Scelte P. ma se scelgo un gioco non posso prenderne un altro Io è il guaio delle scelte, perdi sempre qualche cosa, ma se non lo fai finisci come Alì che, arrivato a Bagdad dalle cento porte, rimase fuori perché non  ne voleva attraversarne solo una P peccato….

–      Alta moda P. cosa servono questi sbuffi sul davanti ? Io penso per le tette P. ma io non le ho Io sai gli stilisti sono gente strana…

–       Copyrigth : P. perché non si può usare il telefonino  al cinema ? Io perché non vogliono che si registri il film  P. allora tutte le mie cassette e internet ? Io se compri le cassette è ok altrimenti rubi un po’ del lavoro di chi ha fatto il film, ma la questione è in discussione non si sa né come né quanto far pagare. P quindi posso continuare…

Chi sono

Zenone (non il filosofo, ma quello dell’ Opera al Nero) 63 anni, lavora in editoria, una grande passione per la cucina, una compagna l’ “Apprensiva” due figlie la “Tennica” e l’ “Artista” una nipote “ La Perla di Labuan, una ex moglie poco ex l' Irriducibile e un procedimento penale in corso per una vicenda medico-farmaceutica. Io mi dichiaro innocente (come tutti, anche quelli nel braccio della morte) ma posso invocare la testimonianza di quelli che mi conoscono : non sono mai passato con 11 pacchetti nella cassa da 10. Il 25 ottobre sono stato sollevato dagli "arrosti" ma Woodstock resta in gabbia fino a che la faccenda non sarà conclusa......03-02-12 ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE 11-09-12 si aggiunge al gruppo il Paziente friulano, marito che, pur essendo italiano e ivi residente, la Tennica ha trovato in Patagonia. Nella compagnia è sempre più presente SuperMax, nipote diciottenne dell'Apprensiva, tanto entusiasta della vita quanto disinteressato alla scuola.

Scrivimi

zenone@arrostidomiciliari.it

Controllo delle é / è, ortografico a posteriori a cura della Tennica

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra

Categorie