You are currently browsing the tag archive for the ‘compiti’ tag.

IMG_1086Siamo a fine vacanza e bisogna finire cibarie e compiti.  Con l’arrivo degli “scozzesi” il dibattito si è animato con alcuni temi proposti dalla Perla : gli abiti da sposa costano meno in America, ma sono più pacchianiio non ci credo e quindi vengo solo alla festa….. però se la damigella ha un vestito coi volans e distribuisce petali nella navata, allora vengo anche  in chiesa uniti al tentativo furtivo di utilizzare la bacchetta magica costruita dal Paziente per unire i due piccioncini.
Gli ultimi compiti riguardavano le equivalenze e l’Artista forte delle sue ascendenze classiche dichiarava la sua indisponibilità al certame, ci abbiamo lavorato tre giorni (… ma cosa diavolo servirà mai l’ettometro?) poi l’epifania:  P. finalmente ho capito!, grazie per avermelo spiegato neanche papà ne aveva capito molto, così ì problemi sono quasi divertenti.. Ci siamo dati il cinque per la fine dei compiti e io sono ingrassato di duecento decagrammi.
Con la fine delle vacanze anche la cucina tende a eliminare gli avanzi intrasportabili: insalata di patate alla maionese e lasangne di avanzi…..

Lasagne di avanzi
Ingredienti: 1 confezione di lasagne sottili Rana quasi intatta,  300 decagrammi di involtini al sugo avanzati, una scatola di polpa di pomodoro, una scatola di piselli, 80 decilitri di latte, 0,1 Kg di burro, 100.000 milligrammi di farina, pecorino da grattare, sale, pepe, pan grattato
Preparazione: tritare al coltello le rolatine e unirle in pentola con il sugo, i piselli e il pomodoro far sobbollire fino a che risulti un sugo compatto. Preparare una besciamella un po’ densa e arricchirla con il pecorino grattato. In una teglia imburrata mettere una lasagna, il sugo, la besciamella e seguire, terminando con la lasagna, coprire con pan grattato misto a pecorino e riccioli di burro,  mettere in forno a 180° fino a quando non si forma una bella crosticina. Fra raffreddare e servirlo alla sera dopo averlo riscaldato.

Annunci

Interno casa in penombra: la Perla ha davanti il suo libro dei compiti, io il mio PC con gli atti del Grande Inquisitore da leggere, lei cerca un motivo per non cominciare ( ho caldo, ho sete, guarda una mosca!, la tovaglia è appiccicosa, qualcosa mi punge..) io mi annoio a leggere conversazioni telefoniche noiose.  Finalmente cominciamo, Lei conta a bassa voce muovendo le dita cicciottelle, io leggo il burocratese e il poliziesco (..dedito all’editoria scientifica..) La Perla chiede conferme aritmetiche io confermo e aggiusto, ma non posso chiedere pareri su ciò che leggo…..

Nel “compound” ombroso dove villeggiamo opera una banda di ragazzini (i figli della padrona di casa e a rotazione gli ospiti, in genere maschi con l’inserimento di ragazze “toste”) impegnati in giochi “maschi” come guardia e ladri, guerra ecc caratterizzati da grandi discussioni e da un’efferatezza verbale da videogioco o serie televisiva ( ti ammazzo, sei morto… no solo ferito) però non molto diversi da quelli che facevo io a suo tempo. La Perla è attirata come la mosca al miele, ma essendo la più piccola e pure femmina diventa la vittima istituzionale del gruppo, in alternativa a gatti e lucertole. Con spirito decisamente femminile subisce impavida, ma noi e soprattutto l’Artista patiamo. L’Artista con il suo razionalismo cartesiano cerca di spiegare la cosa ai teppistelli, con esito nullo, interviene l’Appresiva con il metodo “Vito Corleone” e la situazione viene riportata sotto controllo.

 

Nonostante i trabocchetti messi in atto dall’iniquo monopolista delle ferrovie ( e dall’ingenuità dell’Artista che prima ha prenotato il treno e poi è andata a vedere Rynar Air) la Perla e la sua mamma sono arrivate felicemente in Puglia. Tutte due di buon umore hanno portato un po’ di movimento nel nostro tran tran quotidiano. Alcuni momenti rimarcabili:

–       La Perla che uscendo dal bagno stampa il marchio bagnato del suo costume sul mio asciugamano rosso per questioni squisitamente estetiche

–       La Perla mentre è sgridata dall’ Artista per vilipendio di genitore, mormora Scusa ho capito, ma adesso smetti e l’Artista che è figlia di sua madre continua imperterrita le sue querimonie terminando con un ….tanto non serve a nulla…

–        Io che lavoro al computer e la Perla che fa un esercizio sulle tabelline contando con le dita paffute, io che discretamente l’aiuto con piccoli suggerimenti Troppo piccolo..troppo grande e la promessa di un gelato ( motivazione ci vuole, motivazione)

–       Esiste Dio: L’Artista che esce sversa dal riposino pomeridiano e, informatasi sui compiti, mi dice Solo una pagina di compiti?! E poi le tabelline non sono proprio veri compiti! Io A me sembrano abbastanza per il primo giorno e poi le tabelline la facevano sudare… poi arriva la Perla trafelata Posso andare a fare i compiti con i miei amici? L’Artista si rabbuia ma è costretta a dare il suo assenso borbottando E quando andiamo in spiaggia?!

–       Attraversare una pineta con una mano piccola che ti cerca

–       Passeggiando nell’arenile, la Perla come si spostano le cozze  ? Io non si spostano si fissano dove nascono e restano li la Perla E come fanno a fare le cozzine piccole? Io immagino con quelle vicine la Perla E’ brutto essere cozze Io in effetti…………

Chi sono

Zenone (non il filosofo, ma quello dell’ Opera al Nero) 63 anni, lavora in editoria, una grande passione per la cucina, una compagna l’ “Apprensiva” due figlie la “Tennica” e l’ “Artista” una nipote “ La Perla di Labuan, una ex moglie poco ex l' Irriducibile e un procedimento penale in corso per una vicenda medico-farmaceutica. Io mi dichiaro innocente (come tutti, anche quelli nel braccio della morte) ma posso invocare la testimonianza di quelli che mi conoscono : non sono mai passato con 11 pacchetti nella cassa da 10. Il 25 ottobre sono stato sollevato dagli "arrosti" ma Woodstock resta in gabbia fino a che la faccenda non sarà conclusa......03-02-12 ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE 11-09-12 si aggiunge al gruppo il Paziente friulano, marito che, pur essendo italiano e ivi residente, la Tennica ha trovato in Patagonia. Nella compagnia è sempre più presente SuperMax, nipote diciottenne dell'Apprensiva, tanto entusiasta della vita quanto disinteressato alla scuola.

Scrivimi

zenone@arrostidomiciliari.it

Controllo delle é / è, ortografico a posteriori a cura della Tennica

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra

Categorie

Annunci