You are currently browsing the tag archive for the ‘elicottero’ tag.

La giornata è cominciata  alle 7  (siamo mattinieri tutti e due) con un mal di gola dichiarato a cui solo pastiglie per bambini potevano porre rimedio ,P. (vagamente accusatrice) forse perché non avevo la coperta?

Cosa abbiamo fatto

–       Colazione in pasticceria, la Perla brioche al cioccolato e acqua minerale ( not comment ci mancava solo una sigaretta)

–       Primo giro al mercato per alimentari. Io che frutta ti piace ? P le pesche Io e poi ?le pesche  Io  il melone?  P così così   Io (non demordo) le ciliegie?  P che schifezza,  la verduraia ci guarda  fra lo stupito e lo schifato

–       Secondo giro al mercato per vestiti: tre magliette ( fra lo chic e il tamarro)  un vestitino rosso sbracciato che fa la ruota (tipo signora in rosso) una spilla per capelli  con una rosa rossa e piuma, una cavigliera da schiava con plastiche colorate sul rosso. Qual è il colore preferito della Perla ?

–       Incursione  al negozio di giochi con acquisto, causa embargo Barbie, su sua espressa richiesta di un elicotterino radiocomandato ( Io c’è scritto 10 anni P non importa Io (sottovoce) al massimo ci gioco io 

–       A casa: defilè degli acquisti  Io devi fare la faccia scontrosa P perché?  Io non lo so, ma le modelle fanno così P. vabbbene Montato e provato l’ elicottero, tendevo a giocarci io con poco successo poi la Perla ha preso in mano la situazione l’ha fatto decollare, godendo in maniera smodata e non l’ha più mollato fino a che non si sono scaricate le pile. Il quadro era questo: ottenne in vestito rosa, cavigliera e spilla che faceva volare l’elicottero guardandosi ogni tanto nello specchio dell’ingresso, tremo per il futuro……

–       Pranzo a base di porcate: tre tipi di snack, stracciatelle e mozzarella, “caprocollo” di Martina Franca, unica concessione alla salute: carote lavorate con il mio tempera-carote e…una pesca.

–       Al cinema a vedere Cars 2 : P vorrei che entrasse qualcun altro in sala mi fa paura la sala vuota  Io prova a pensare che siamo ricchissimi e questo è il nostro cinema personale, potremmo invitare un mucchio di amici. P. facendoli pagare Io non si fanno pagare gli amici P. i proprietari del supermercato sono nostri amici, ma ci fanno pagare Io trattasi di commercianti….. e poi è il loro lavoro

–       Da Massimo il  miglior gelataio di Milano, P (sottovoce). ma sono piccolissssimi Io ma sono anche buonissimi

–       Ristorante Cino-Giapponese, la Perla è molto conservativa in fatto di cibo, quello che le piace è ok il resto è out, le novità non sono gradite né ricercate quindi: riso alla cantonese e ravioli al vapore; di fronte a altre proposte di assaggio si è comportata come Dracula e l’aglio, ha accettato solo di piluccarare la ciotolina di antipasto per non offendere la signora. Interessante uso integrato di forchetta e bacchette.

–       Congrua razione di televisione per permettermi di tirare il fiato e fare qualche cosa

–       Storia di Ulisse e Eolo (filologicamente corretta ) e bacio della buona notte, uno anche per l’elicottero vero amore attuale della Perla

Conversazioni sparse

–       Mendicare: P. quel signore chiede la carità perché a speso tutto per dar da  mangiare a sé e i suoi figli Io no, viene da lontano, non ha portato nulla con sé e non ha ancora trovato lavoro P ho capito… Io forse non l’ha cercato bene, per qualcuno anche questo è un lavoro, ci sono sempre differenze P. e già…

–       Scelte P. ma se scelgo un gioco non posso prenderne un altro Io è il guaio delle scelte, perdi sempre qualche cosa, ma se non lo fai finisci come Alì che, arrivato a Bagdad dalle cento porte, rimase fuori perché non  ne voleva attraversarne solo una P peccato….

–      Alta moda P. cosa servono questi sbuffi sul davanti ? Io penso per le tette P. ma io non le ho Io sai gli stilisti sono gente strana…

–       Copyrigth : P. perché non si può usare il telefonino  al cinema ? Io perché non vogliono che si registri il film  P. allora tutte le mie cassette e internet ? Io se compri le cassette è ok altrimenti rubi un po’ del lavoro di chi ha fatto il film, ma la questione è in discussione non si sa né come né quanto far pagare. P quindi posso continuare…

Annunci

Chi sono

Zenone (non il filosofo, ma quello dell’ Opera al Nero) 63 anni, lavora in editoria, una grande passione per la cucina, una compagna l’ “Apprensiva” due figlie la “Tennica” e l’ “Artista” una nipote “ La Perla di Labuan, una ex moglie poco ex l' Irriducibile e un procedimento penale in corso per una vicenda medico-farmaceutica. Io mi dichiaro innocente (come tutti, anche quelli nel braccio della morte) ma posso invocare la testimonianza di quelli che mi conoscono : non sono mai passato con 11 pacchetti nella cassa da 10. Il 25 ottobre sono stato sollevato dagli "arrosti" ma Woodstock resta in gabbia fino a che la faccenda non sarà conclusa......03-02-12 ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE 11-09-12 si aggiunge al gruppo il Paziente friulano, marito che, pur essendo italiano e ivi residente, la Tennica ha trovato in Patagonia. Nella compagnia è sempre più presente SuperMax, nipote diciottenne dell'Apprensiva, tanto entusiasta della vita quanto disinteressato alla scuola.

Scrivimi

zenone@arrostidomiciliari.it

Controllo delle é / è, ortografico a posteriori a cura della Tennica

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra

Categorie

Annunci