You are currently browsing the tag archive for the ‘geografia’ tag.

Unknown-1Telefonata della Perla ciao Nonno come stai? Io benissimo, ho saputo che hai preso 10 alla verifica di scienze P. ho preso 10 – , ma sono più contenta così, 10 è troppo rotondo mentre 10- è più umano Io infondo è come Venere che era la più bella dee ( anche la più zoccola, ma non gliel’ho detto), ma era un po’ strabica P. esatto, comunque ti telefonavo per dirti che ho preso 7 della verifica di storia Io brava! e qual era la risposta sbagliati di cui mi parlavi? P. ho scritto Enrico VIII  con la X amziché con la V, poi c’è stata la verifica di geografia…..(pausa a effetto) Io ansiosetto, perché non sono mai stato forte in fiumi e affluenti, e come è andata ? P. ho preso 9 1/2 e ho fatto meglio dei due più bravi della classe!!!! Io complimenti, sono molto, molto soddisfatto, insieme siamo una forza della natura…

Sò soddisfazioni …….

Annunci

imagesTelefonata un po’ concitata il  sabato mattina: P. scusa se te lo chiedo con poco preavviso, ma lunedì ho una verifica di geografia e, visto che all’ultima ho preso 4 ½ e non voglio fare brutta figura, mi dai una mano?. Io certo, mandami le pagine per Whats App e poi ci sentiamo nel pomeriggio. Il tema era la Penisola Iberica, me la sono riguardata e poi, dopo tre collegamenti tramite Face Time ( è importantissimo potersi vedere negli occhi…), la Perla mi ha comunicato, guardandomi attraverso i suoi nuovi occhiali rotondi: adesso mi sento veramente ben preparata, questa sera ripasso ancora un pochetto e per domani sarò a posto!
Io  mi sentivo come se avessi vinto il Gran Premio…. Peccato che nella sua scuola non applichino il nuovo metodo di insegnare la geografia insieme alla storia, sarebbe stato molto più facile e interessante, ma comunque bene così…

Dopo un paio di tentativi ho raggiunto la perfezione per questa ricetta tradizionale piemontese

Acciughe al bagnet verd

Ingredienti: 20 acciughe atlantiche ( quelle grosse) sotto sale, 1 l di aceto bianco, 50 g di prezzemolo, 20 g di mollica, aceto rosso, 1 spicchio d’aglio, olio EVO
Preparazione: aprire le acciughe, togliere la spina e spazzolarle dal sale, metterle a bagno per mezza giornata nell’aceto bianco. Tritare il prezzemolo e la mollica, spremere l’aglio e mescolare con l’olio  fino ad ottenere una salsa liquida, regolando poi con l’aceto rosso e pochissimo sale ( le acciughe sono già molto salate). Scolare le acciughe e lasciarle a bagno nella salsa in frigorifero per un giorno. Una volta mangiate le acciughe, la salsa restante può essere utilizzata per condire meravigliosamente i peperoni arrosto.

Chi sono

Zenone (non il filosofo, ma quello dell’ Opera al Nero) 63 anni, lavora in editoria, una grande passione per la cucina, una compagna l’ “Apprensiva” due figlie la “Tennica” e l’ “Artista” una nipote “ La Perla di Labuan, una ex moglie poco ex l' Irriducibile e un procedimento penale in corso per una vicenda medico-farmaceutica. Io mi dichiaro innocente (come tutti, anche quelli nel braccio della morte) ma posso invocare la testimonianza di quelli che mi conoscono : non sono mai passato con 11 pacchetti nella cassa da 10. Il 25 ottobre sono stato sollevato dagli "arrosti" ma Woodstock resta in gabbia fino a che la faccenda non sarà conclusa......03-02-12 ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE 11-09-12 si aggiunge al gruppo il Paziente friulano, marito che, pur essendo italiano e ivi residente, la Tennica ha trovato in Patagonia. Nella compagnia è sempre più presente SuperMax, nipote diciottenne dell'Apprensiva, tanto entusiasta della vita quanto disinteressato alla scuola.

Scrivimi

zenone@arrostidomiciliari.it

Controllo delle é / è, ortografico a posteriori a cura della Tennica

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra

Categorie