You are currently browsing the tag archive for the ‘maionese’ tag.

Sono andato a prendere i ragazzi a casa di P. il lunedì mattina: svegli e attivi come fossero andati a dormire alle 21, la Perla era  dell’umore “ cosa ci faccio io qui, dopo che mi sono divertita tanto ieri” che tanto mi ricorda la sua mamma ai tempi d’oro.
P. questa brioche ( la seconda) è vuota !La mia amica ne prendiamo un’altra Io non se ne parla, mangia quella P. parlo io per me! dopo un minuto P. aristocratica fa freddo, non possiamo andare in autobus a casa Io avevi solo da vestirti di più quando è di questo umore io cerco di interagire il meno possibile e di rispondere con sarcasmo al sarcasmo, perché mi viene bene e perché infondo può essere educativo, anche gli schiavi hanno i loro diritti.
Al concerto tutto è andato bene, i due si sono scatenati grazie all’assenza di adulti ( la mia amica P. non può essere considerata adulta in senso stretto), erano fra i più giovani e ne andavano giustamente orgogliosi. I panini sono stati un flop, c’era la maionese e quindi li hanno rifiutati, dove andremo a finire con una generazione che rifiuta la maionese?….
Ritornati a casa mentre facevamo rapidamente i bagagli Io e quel calzino verde lì cosa ci fa tutto solo sul pavimento ? P. mpf…lo metto a lavare Io fra me e me e l’altro dove sarà?…habitat…; poi partiamo per la stazione facendo una deviazione per San Siro perché L., ebbro del trionfo del Toro, voleva vederlo per far rabbia a suo fratello maggiore.
Arriviamo in stazione con 30 minuti di anticipo, la Perla brontola, ma io trovando più gestibili le sue ire di quelle di sua madre, abbozzo e li distraggo con i giochini del telefonino. Riconsegna all’Artista e me ne riparto con uno strano miscuglio di dispiacere e di leggerezza verso casa.

E’ stato un bel WE, la Perla e L. insieme sono divertentissimi, solo ascoltare le loro discussioni e guardarli giocare mette allegria, certo mi è aumentata la voglia di un nipote maschio, perché certi sguardi, certe complicità verso il mondo delle femmine, certe ingenuità da cucciolo con le zampe grosse, si possono ritrovare  solo nei maschi dodicenni…

Annunci

Chi sono

Zenone (non il filosofo, ma quello dell’ Opera al Nero) 63 anni, lavora in editoria, una grande passione per la cucina, una compagna l’ “Apprensiva” due figlie la “Tennica” e l’ “Artista” una nipote “ La Perla di Labuan, una ex moglie poco ex l' Irriducibile e un procedimento penale in corso per una vicenda medico-farmaceutica. Io mi dichiaro innocente (come tutti, anche quelli nel braccio della morte) ma posso invocare la testimonianza di quelli che mi conoscono : non sono mai passato con 11 pacchetti nella cassa da 10. Il 25 ottobre sono stato sollevato dagli "arrosti" ma Woodstock resta in gabbia fino a che la faccenda non sarà conclusa......03-02-12 ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE 11-09-12 si aggiunge al gruppo il Paziente friulano, marito che, pur essendo italiano e ivi residente, la Tennica ha trovato in Patagonia. Nella compagnia è sempre più presente SuperMax, nipote diciottenne dell'Apprensiva, tanto entusiasta della vita quanto disinteressato alla scuola.

Scrivimi

zenone@arrostidomiciliari.it

Controllo delle é / è, ortografico a posteriori a cura della Tennica

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra

Categorie