You are currently browsing the tag archive for the ‘raffreddamento’ tag.

Non sono mai stato tanto raffreddato come quando l’Artista e la Tennica andavano all’asilo, avevano infatti messo insieme un fiorente import di batteri e virus per il piacere della famiglia tutta.
Lo scorso WE la Perla è arrivata con una tosse cavernosa e maligna, depositando un grande quantità di virus che alla fine hanno attecchito e mi sono ritrovato raffreddato e febbricitante. La domenica pomeriggio mi aggiravo per casa con aria sofferente e infelice con l’Apprensiva che monitorava le mie condizioni hai tossito? Hai starnutito? Hai la febbre? … perché non prendi qualche cosa? Io no, voglio solo morire in pace come Andropov! Poi però ha cambiato registro la domenica sera ci spetta la pizza, te la senti? Io stupito ma mi vedi? Ho appetito appena per una minestrina! A. mi spiace, ma io la minestrina non la mangio, ordino la pizza per me Io. Sei un’insensibile A. magari te ne darò un pezzetto.
Siccome però non volevo darle soddisfazione e deprimermi ulteriormente con una triste minestrina da ospedale, ho pensato a una minestra che tanto mi era piaciuta al ristorante sardo sotto casa, mancava l’ingrediente principale, ma l’importante e partecipare… E’ venuta veramente ottima e anche l’ Apprensiva l’ha voluta assaggiare e io magnanimamente l’ho concessa in cambio di un trancio di pizza

Minestra fregola e arselle senza arselle

Ingredienti: ½ litro di brodo vegetale (il più buono che avete), ½ barattolo di polpa di pomodoro, una noce di burro (serve ad ammorbidire l’acido del pomodoro) tre manciate di fregola sarda, due pugni di parmigiano, prezzemolo, sale e un pizzico di peperoncino.
Preparazione: portare il brodo a bollore, aggiungere il pomodoro, il burro e il prezzemolo lasciandolo sobbollire per una mezz’ora, aggiungere la fregola e far bollire per 13 minuti, spegnere, aggiungere il parmigiano e regolare di sale e peperoncino.
Ottima per malattie da raffreddamento e depressioni.
PS siccome Dio esiste! Il giorno dopo si è ammalata anche l’Apprensiva.

Annunci

Chi sono

Zenone (non il filosofo, ma quello dell’ Opera al Nero) 63 anni, lavora in editoria, una grande passione per la cucina, una compagna l’ “Apprensiva” due figlie la “Tennica” e l’ “Artista” una nipote “ La Perla di Labuan, una ex moglie poco ex l' Irriducibile e un procedimento penale in corso per una vicenda medico-farmaceutica. Io mi dichiaro innocente (come tutti, anche quelli nel braccio della morte) ma posso invocare la testimonianza di quelli che mi conoscono : non sono mai passato con 11 pacchetti nella cassa da 10. Il 25 ottobre sono stato sollevato dagli "arrosti" ma Woodstock resta in gabbia fino a che la faccenda non sarà conclusa......03-02-12 ASSOLTO PERCHE' IL FATTO NON SUSSISTE 11-09-12 si aggiunge al gruppo il Paziente friulano, marito che, pur essendo italiano e ivi residente, la Tennica ha trovato in Patagonia. Nella compagnia è sempre più presente SuperMax, nipote diciottenne dell'Apprensiva, tanto entusiasta della vita quanto disinteressato alla scuola.

Scrivimi

zenone@arrostidomiciliari.it

Controllo delle é / è, ortografico a posteriori a cura della Tennica

Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra

Categorie

Annunci